25 Luglio 2023

Totò Cascio, un attore da Oscar al Messina Book Festival 2023

Il volto siciliano famoso nel mondo alla kermesse ideata da Cinzia Alibrandi. Tributo il 28 luglio al Circolo del Tennis e della Vela.

25 Luglio 2023

Totò Cascio, un attore da Oscar al Messina Book Festival 2023

Il volto siciliano famoso nel mondo alla kermesse ideata da Cinzia Alibrandi. Tributo il 28 luglio al Circolo del Tennis e della Vela.

25 Luglio 2023

Totò Cascio, un attore da Oscar al Messina Book Festival 2023

Il volto siciliano famoso nel mondo alla kermesse ideata da Cinzia Alibrandi. Tributo il 28 luglio al Circolo del Tennis e della Vela.

Si svolge a Messina presso il “Circolo del Tennis e della Vela”, il 28 Luglio 2023 il “Messina Book Festival”, con la direzione artistica ed editoriale di Cinzia Alibrandi, e da lei ideato, evento correlato al “Premio Messina Cinema”, prodotto dall’Associazione Cultura “Me.Pa.”.

In uno spazio all’insegna della bella letteratura, si ospitano quattro scrittori con diverse, ma altrettanto valide storie di eccellenza, che dialogano con la scrittrice e giornalista Cinzia Alibrandi, autrice tra l’altro delle biografie dell’attrice Dalila Di Lazzaro e dello stilista Martino Midali, e Walter Corda, che regala un focus su ogni scrittore, avvalendosi della sua maestria di cantante e chitarrista. Walter Corda, nato a Dolianova, è un artista poliedrico, in forza a Mediaset come autore televisivo, per un ventennio, di Maurizio Costanzo a “Buona Domenica” ed al “Maurizio Costanzo Show”, e a tutt’oggi, di Maria De Filippi a “Tu si que vales”.

L’apertura dei lavori è in musica, sulle note di “Mari Fora” del pluripremiato Coro del Liceo Classico “Francesco Maurolico” diretto da Silvia Bruccini, presentato dalla Dirigente Scolastica Giovanna De Francesco, evidenziando che il liceo è “scuola polo” per le Biblioteche Scolastiche della Regione Sicilia. Questa rappresentanza, all’interno di una manifestazione letteraria, assume una valenza di particolare sottolineatura: sono gli studenti, a tingerla di significativi preziosi, non dimenticando che tengono stretto in mano, il passaporto per varcare il confine del futuro.

Viene esposta l’installazione simbolo della serata, “APRO UN LIBRO E VEDO L’ORIZZONTE”, da un’idea di Cinzia Alibrandi, progetto e realizzazione dell’architetto Maddalena Palamara.

Cinzia Alibrandi, ideatrice del Messina Book Festival, in foto con lo stilista Martino Midali. A destra, Walter Corda, cantante e chitarrista che interverrà alla serata del 28 luglio.

Gli scrittori ospiti del Messina Book Festival 2023 sono:

NINNI PANZERA – SALUTI DA PALIZZI, La Zattera dell’Arte

Per 40 anni Segretario Generale di TAOARTE, che ha portato sul tetto del mondo, con seria professionalità e illuminata arguzia, Ninni Panzera in “Saluti da Palizzi”, spegne i riflettori della ribalta cinematografica, ed accende una luce interiore dentro un viaggio emozionale, che scorre in una lenta moviola tra il 1930 e il 1980, attraverso le cartoline significative che hanno tracciato non solo l’evoluzione del proprio paese natale Palizzi come territorio, ma il dialogo affettivo con suo padre, che ne era il promotore, in un’osmosi intergenerazionale che passa dall’era analogica alla generazione Zeta.

GIOVANNA GIORDANO – UN VOLO MAGICO, Mondadori

Scrittrice di talento, nel 2020 una delle più importanti università svedesi, avanza la candidatura di Giovanna Giordano al “PREMIO NOBEL” per la letteratura, ed i suoi romanzi, oggi sono tradotti in dieci lingue nel mondo. A oltre vent’anni dalla prima uscita editoriale, ristampato sotto l’egida di Mondadori, a cui la lega un contratto in esclusiva, la scrittrice presenta al “MBF” “Un volo magico”: siamo nel 1935 e il giovane aviatore Giulio Giamò, arriva in Eritrea, per un’avventurosa missione segreta.

DANIEL SPECK – IL CUORE NON HA CONFINI, Sperling&Kupfer

Sceneggiatore e scrittore di successo, laureato al laboratorio di sceneggiatura presso l’ Università di “Televisione e Cinema” di Monaco, dove vive, Speck nel 2006 ha ricevuto il Premio della Giuria e il VIEWER PRIZE al Baden-Baden Television Film Festival, nel 2007 il GRIMME PRIZE, definito l’OSCAR della tv tedesca, e il BAVARIAN TELEVISION PRIZE per la migliore sceneggiatura. Il suo primo romanzo “Volevamo andare lontano” è stato per 85 settimane nella lista “best seller di Spiegel”, diventando una fiction di successo iper l’emittente tedesca ZDF, trasmessa poi su Rai1.

Con “Il cuore non ha confini”, firma un’epopea che parte dal secondo dopoguerra per arrivare ai giorni nostri, e tocca Medio Oriente ed Europa passando per l’Italia. Un romanzo polifonico, dove il dialogo e l’ascolto si fanno l’unica arma possibile contro i conflitti e le barriere.

Chiude il premio “Oscar” SALVATORE CASCIO – LA GLORIA E LA PROVA, Baldini+Castoldi.

L’attore, resta nell’immaginario collettivo, il bambino prodigio protagonista di “Nuovo Cinema Paradiso”, film che ha fatto incetta di premi, capolavoro di Giuseppe Tornatore, con cui ha vinto il “PREMIO OSCAR” come “migliore attore non protagonista” nel 1990, e a seguire il “CIAK D’ORO”. L’anno dopo Cascio si è aggiudicato il prestigioso “PREMIO BAFTA”, per eclissarsi dal 1999, a causa di una grave malattia, che lo ha portato alla quasi cecità. Solo a 42 anni, trova la forza per raccontarla nel libro “La gloria e la prova”, che si avvale di due autorevoli suggelli: la prefazione del suo Maestro Giuseppe Tornatore, e la postfazione di Andrea Bocelli che gli spiega “Totò, non è un disonore: la cecità va accettata”.

ll noto stilista lombardo Martino Midali, premiato a Dicembre 2022 con l’AMBROGINO D’ORO, conclude la serata con una sfilata di 17 capi, SELEZIONE FW 23, che racconta libere proporzioni e giochi di forme in movimento, con le le nuance tipiche della stagione più fredda, verde bosco e viola su tutti, per i lunghi abiti-tunica in velluto e chiffon dall’effetto scenografico. Si portano soli oppure con i kimoni, che Martino Midali rilegge in chiave sostenibile all’insegna dell’upcycling: rimane invariata la linea a T, le maniche ampie e la lunghezza fluida, ma l’animo double/face apre la strada a un trasformismo di tendenza. E ancora irrinunciabili i poncho passepartout, da indossare con i pantaloni aerei per look dinamici e sempre in movimento.

Sempre a Messina, Il “Messina Book Festival” prevede un momento mattutino alle 10.30, ad ingresso libero, ospite presso l’Aula Magna del prestigioso liceo classico “Francesco Maurolico”, per una MASTER CLASS dal titolo “Peso e soppeso le parole – dalla violenza femminile alla parità di genere”, ideata da Cinzia Alibrandi, alla presenza degli studenti, che ne sono non solo fruitori, ma protagonisti intelligenti in un dialogo ed interscambio con gli ospiti.

Apre i lavori la Dirigente Scolastica Giovanna De Francesco, con Cinzia Alibrandi e Martino Midali, che raccontano le proprie esperienze lavorative e su come si sono prodigati, nei rispettivi ambiti, per diffondere la parità di genere. Intervengono: l’autore televisivo Walter Corda; la pedagogista Helga Corrao; la scrittrice Giovanna Giordano; l’avvocato Ninni Panzera già Segretario Generale di TaoArte. Segue un dibattito quale momento di riflessione e prima radice, per costruire una solida pianta di non violenza. Sei studentesse e studenti indossano le magliette a edizione limitata di Martino Midali “L’AMORE NON FA MALE”, fatte sfilare a Milano per i 40 anni di attività del famoso stilista lombardo: sarà proiettato il relativo video incentrato sulla denuncia della violenza di genere, ricordando che parte del ricavato delle T-shirt, è destinato al centro antiviolenza “Cerchi d’Acqua”.

Sono fruibili suggestivi filmati realizzati dagli studenti del “Maurolico”: “PICCOLE COSE DI VALORE NON QUANTIFICABILE”, lanciato dagli alunni della IV B in occasione della “Giornata Internazionale della Donna”; il docuvideo, a cura delle alunne del liceo scientifico “Galilei” di Spadafora (V B), vincitore del primo premio per la 5^ edizione “STORIE DI ALTERNANZA”; il video musicale “CANTERÀ”, eseguito dal “Coro Maurolico” guidato da Agnese Carrubba, il 24 novembre, in occasione della “Settimana Internazionale della lotta contro la violenza sulle donne”, che si è meritato il primo premio nazionale al 51° Concorso Nazionale EIP Italia “Pace, Giustizia e Istituzioni solide”.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”