Magazine - Fine Living People
Society

Society - 01/05/2019

Luca Malacrida, uno chef con l’acqua pura

Da Como a Roma, per il cuoco originario della Valtellina il rispetto per le risorse e le buone materie prime è un punto di partenza imprescindibile per la sua cucina.

Luca Malacrida, celebre chef dell’APCI Nazionale Italiana Cuochi, oltre a essere un richiesto chef a domicilio e a tenere corsi di cucina salutistica macrobiotica vegana e vegetariana, è anche un promotore dell’innovazione. Con Culligan, azienda specializzata in trattamento acqua da più di 80 anni, ha tenuto una giornata di “aggiornamento” sulle tecniche culinarie presso PoggenPohl, il produttore di cucine tedesco di alto target.

L’evento a Milano verteva sulla divulgazione del corretto utilizzo dell’acqua, sia come qualità che come quantità, visto che la tematica del risparmio e rispetto ambientale è definitivamente entrata anche in cucina.
Malacrida, che ha all’attivo consulenze di avviamento ristoranti e full cost, ci ha detto: “Con le soluzioni di affinaggio dell’acqua proposte da Culligan si può migliorare l’acqua che beviamo e fare più attenzione a come cuciniamo. Si tratta anche un modo per favorire il risparmio di bottiglie di plastica e divulgare la possibilità di trattare l’acqua di casa al punto d’uso“.

Luca Malacrida, che rappresenta l’APCI in eventi e manifestazioni nazionali e internazionali, non è nuovo a questo tipo di interventi pubblici.

Ha da sempre avuto la passione la cucina:  originario della Valtellina, ha conseguito il Diploma biennale di specializzazione in Tecnico dei Servizi della Ristorazione con una tesi sullo studio dello zafferano  e i suoi i suoi derivati – uso e consumo in campo culinario dal medioevo ad oggi.

Lo zafferano è considerato, infatti, uno degli ingredienti più preziosi e da tutelare al mondo. I fiori viola dello zafferano sbocciano solo per un breve periodo dell’anno in alcuni luoghi del mondo e devono essere maneggiati con cura.

Malacrida ha anche un master in pasticceria salutista presso la Cast Alimenti di Brescia, e ha frequentato Accademia Ferrarelle per un corso di aggiornamento cottura a bassa temperatura.

Il suo maestro è stato Luciano Cassera presso il Ristorante dei pescatori a Como.

Si tratta di uno dei luoghi di ristorazione lariana più antica, visto che la famiglia Cassera aveva già la licenza come distilleria e osteria a inizi del Novecento.

Prima di giungere a Roma, Malacrida è stao al Grand Hotel Villa Serbelloni di Bellagio (CO), e nel 2006 ha collaborato alla realizzazione del “Menù Fiducia” in onore del Santo Padre Papa Benedetto XVI presso la Basilica di S. Giovanni in Laterano a Roma. Amante di vini e liquori, Malacrida è un ex atleta, innamorato della lettura e della pesca.



Fashion - 30/06/2018

Creative District, l’alta moda allo Spazio Margutta di Roma

Un grande successo ad Altaroma, per la quarta edizione del Progetto “Creative District”, il prog [...]

Leisure - 27/01/2017

Tutto un film in una foto, l’incredibile arte di Jason Shulman

Per la prima volta in Italia lo scultore e fotografo eclettico di fama internazionale, Jason Shulman [...]

Society - 25/07/2019

La digital art di Roberto Ziranu: “Crea un universo fantasioso attorno alle statuine antiche”

Siamo tutti affascinati dalla minuzia di particolari, soprattutto esrpessivi, che le statuine della [...]

Top