2 Aprile 2024

Vacanze al Giardino Grande del Salento

La residenza immersa tra gli ulivi e il silenzio della macchia mediterranea. Uno spazio lontano dal tempo e dalla frenesia quotidiana dove poter staccare la spina e regalarsi piacevoli momenti no-stress. Sotto un grande pergolato in cannucciato naturale.

2 Aprile 2024

Vacanze al Giardino Grande del Salento

La residenza immersa tra gli ulivi e il silenzio della macchia mediterranea. Uno spazio lontano dal tempo e dalla frenesia quotidiana dove poter staccare la spina e regalarsi piacevoli momenti no-stress. Sotto un grande pergolato in cannucciato naturale.

2 Aprile 2024

Vacanze al Giardino Grande del Salento

La residenza immersa tra gli ulivi e il silenzio della macchia mediterranea. Uno spazio lontano dal tempo e dalla frenesia quotidiana dove poter staccare la spina e regalarsi piacevoli momenti no-stress. Sotto un grande pergolato in cannucciato naturale.

Immerso nella campagna di Parabita, nell’entroterra salentino, a pochi chilometri dalle meravigliose spiagge e dal centro storico di Gallipoli, il Giardino Grande è un luogo dove il respiro lento della natura rigenera l’anima e apre il cuore, dove il ritmo delle giornate è scandito dal rumore delle cicale e dal silenzio del vento che dal mare arriva fino a qui.
 
Una vera oasi di pace, dove la storia vive in sintonia col presente e l’antico si fonde col moderno, un elogio alla lentezza e all’eleganza senza tempo.
Una dimora storica, bellissima, che cattura subito lo sguardo e conquista per la sua raffinata semplicità.


 
Risalente alla seconda metà dell’800 e soprannominato il Casino (termine usato per indicare le dimore nobiliari ubicate nelle campagne del feudo e dedite allo svago e al relax), Il Giardino Grande apparteneva ad una famiglia aristocratica del luogo che la utilizzava come residenza estiva e riprende la tipica architettura salentina realizzata in pietra locale, con particolari volte a stella o a botte, ampi giardini, corti, terrazze, un grande giardino mediterraneo arricchito da pergolati, pozzi, camminamenti, stagni e una mirabile vista sull’antico borgo di Parabita.
 
Qui la tradizione e il design, ricercato ed essenziale, si fondono disegnando linee armoniose ed eleganti, regalando così alla dimora uno stile contemporaneo, esclusivo, di sussurata eleganza.
Il progetto di restyling, che ha interessato il restauro del Casino e la realizzazione di una nuova costruzione, ha voluto infatti rispettare il carattere vernacolare della dimora preesistente introducendo elementi di contemporaneità che privilegiano forme, materiali e artigianato locali, in un sottile gioco di intrecci tra un passato da conservare e un presente da vivere.
Tanti gli ambienti che definiscono gli spazi, interni ed esterni, de Il Giardino Grande: dalle corti ai meravigliosi giardini, dalla piscina alle camere fino alla piccola chiesa.
 
I Giardini Ornamentali
Caratterizzati dal tipico layout dei giardini dell’epoca, sono il punto di accesso alla dimora. Attraversando il lungo colonnato sovrastato da archi si respirano i profumi delle rose e dei gelsomini, mentre nei viali secondari una generosa e affascinante varietà di piante autoctone regala agli ospiti inedite sensazioni olfattive. Gli elementi del paesaggio salentino, quello della campagna, della macchia, dei boschi e degli orti, definiscono il paesaggio e la ricchezza botanica del luogo.
La Lobby
Accogliente e dal design semplice e raffinato la lobby funge da connettivo tra il giardino antistante e la grande corte. Comode poltrone, libri antichi esposti su una credenza mid-century decorata da grafiche floreali e un sinuoso divano bianco offrono agli ospiti della struttura un’occasione di contemplazione e relax.

Le Camere
6 camere ristrutturate seguendo fedelmente le caratteristiche delle dimore di campagna di fine ‘800, con tipiche volte a botte o a stella e pavimenti in cocciopesto e pareti intonacate a calce che conservano il sapore e la tipicità salentina. Dislocate tra piano terra e primo piano, godono tutte di vista sulle corti o sul verde circostante. Tre camere sono dotate di ampie terrazze da cui ammirare la campagna e i suoi ammalianti colori nelle diverse ore della giornata.
Melograno, Fico, Carrubo, Ciliegio, Loto, Ulivo: spazi intimi e dalla forte identità che prendono il nome dagli alberi e dalle piante che arricchiscono i numerosi giardini sui quali si affacciano. Giare in terracotta, antiche testiere in ferro battuto, piccoli scrittoi e poltroncine d’epoca, salles de bain con vista, arredi d’epoca: 6 preziosi scrigni dallo stile unico in cui tutto parla di tradizione e raffinata semplicità.

L’antico altare e le incantevoli volte a stella fanno di questo ambiente un luogo intimo dove leggere un libro o rilassarsi sorseggiando un caffè.
La riservatezza di questo spazio consente di organizzare cene private oppure cerimonie simboliche. Una scenografia ideale per ricordi indelebili.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Riccardo Stellini scrive poesie

Riccardo Stellini diventa poeta. Il volto della moda, noto per essere il protagonista di importanti passerelle e per la sua

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”