3 Gennaio 2019

La Rai del 2019, bilanci di mezza stagione

3 Gennaio 2019

La Rai del 2019, bilanci di mezza stagione

3 Gennaio 2019

La Rai del 2019, bilanci di mezza stagione

Una rivoluzione così in Rai non la vedevamo da tempo. L’ultima parte dell’anno 2018 ha visto alternarsi nuovi volti e programmi innovativi sulla tv di Stato italiana che sono davvero piaciuti molto al pubblico.

Claudio Baglioni è riuscito a portare sul palco dell’Arena di Verona a settembre uno show che, secondo Raffaella Carrà, poteva competere “con i grandi sabato sera della Rai”.

La sfida degli speciali orientati alla cultura è stata vinta. Lo show di Roberto Bolle, in seconda edizione ha incantato ben 4 milioni di persone, il primo gennaio del 2019. A settembre la notte bianca di Andrea Bocelli aveva radunato davanti allo schermo 3,8 milioni di telespettatori. Quindi, anche una proposta di intrattenimento più raffinata è possibile, proprio nel Paese che quel tipo di cultura ha generato per secoli: la danza, l’opera lirica e la bellezza in generale.

Con un 2019 partito benissimo con il concerto da Matera capitale della cultura condotto da Amadeus, proviamo a ripercorrere (e ad anticipare) alcune tappe dei personaggi della Rai TV a metà stagione in questa gallery, per una volta a scorrimento verso il basso.

Nuovi eroi in tv: dal 7 gennaio 2019 su Rai3. Storie di uomini comuni protagonisti di imprese straordinarie di coraggio e dedizione. Voce narrante di Veronica Pivetti.

Mentre Rai Tre si appresta a mandare in onda un set di puntate narrate da Veronica Pivetti (dal 7 gennaio, “Nuovi Eroi”, i cittadini insigniti dal Capo dello Stato Sergio Mattarella con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana), si fa strada l’ipotesi di un ritorno di Raffaella Carrà a marzo. Dovrebbe chiamarsi “La mia casa è la tua” e vedrà l’icona della tv dialogare con personaggi famosi proprio all’interno delle loro dimore.

Tiberio Timperi, nuovo arrivo a La Vita In Diretta, pomeriggio storico di Rai Uno.

L’innovazione non ha sempre portato bene in Rai. “La vita in diretta” accanto a Francesca Fialdini, ha visto arrivare Tiberio Timperi ben più famoso ma forse un tantino a disagio. Con il programma che non va oltre il 15% quotidiano e che in molti vedono in odore di refresh. Unica nota positiva, e non è poco: la disamina di fatti ed eventi adatti a un pubblico di buon senso del primo canale televisivo italiano.

Novità in conduzione anche nel preserale con “L’Eredità” che ha visto il grande ritorno di Flavio Insinna. Cambiamenti rilevanti coinvolgono anche il weekend: a distanza di oltre 4 anni è tornata in Rai Mara Venier, un grande rientro nella domenica pomeriggio di Rai 1 alla guida di Domenica In, uno dei programmi in cui il pubblico televisivo l’ha più amata, per una edizione rinnovata nella formula e nei contenuti.

La Venier si è resa protagonista di una deliziosa polemica settimanale su Instagram con la rivale Barbara D’Urso che per tutto l’autunno ha tenuto banco nel mondo virtuale dei social media.

Nella seconda parte del pomeriggio del weekend 2 format originali: “Italia si” al sabato con la conduzione in perfetto stile infopop di Marco Liorni e “La prima volta” alla domenica con Cristina Parodi. Novità anche al mattino dove Luca Rosini affianca Ingrid Muccitelli alla conduzione di Uno Mattina in famiglia.

 

Alto gradimento ma ascolti non esaltanti. Si è mantenuto sopra il 5% di share su Rai3 lo show condotto da Serena Dandini «La tv delle ragazze. Gli stati generali»
Qui Serena Dandini parla con Mara Venier alla presentazione RAI. Entrambe sono un simbolo della Rai anni 90.

 

 

Salvo Sottile: “Prima dell’alba” è stato il suo viaggio notturno nell’Italia sconosciuta che è piaciuto molto.

Un viaggio di notte alla scoperta dell’Italia nascosta. Che sia stato Salvo Sottile, composto giornalista passato da Sky a Mediaset e poi Rai, a condurlo è stata una scommessa. Vinta perché “Prima dell’alba” è piaciuto molto agli spettatori. “Prima dell’Alba” ha avuto una media vicina al 7% di ascolti, preferita molto dal target alto e istruito di pubblico. Buon rilancio per Sottile che ora ha cambiato agente e si prepara a un 2019 in Rai, presumibilmente, con molte novità.

 

Roberta Capua è una conduttrice televisiva ed ex modella italiana eletta Miss Italia 1986.

Tornata quest’anno su Rai Premium, anche Roberta Capua, recente vincitrice di Celebrity MasterChef, dove ha condotto “Brava!”, un talk show tutto al femminile. La sua passione per i fornelli l’ha portata anche a essere protagonista della puntata finale del 2018 de “La prova del cuoco” il 31 dicembre scorso.

Riccardo Iacona, certezza di Rai 3 con “Presa Diretta”.

 

Pino Strabioli, amico delle dive tv. Ha condotto uno special su Patty Pravo nel 2018 e ha ricordato Gabriella Ferri in una recente puntata di Domenica In.
Michele Mirabella con Carlotta Mantovan. Tutta salute è un programma televisivo di informazione dedicato alla salute e al benessere su Rai 3 che va in onda al mattino.
Nino Frassica è presenza fissa da Fabio Fazio la domenica sera. Ed è tornato su Rai Due con Renzo Arbore per due speciali sulla canzone napoletana.

Nino Frassica (al centro nella foto sopra) è in piena rinascita di favori presso il pubblico televisivo. Dopo essere stato rilanciato come comico da Fabio Fazio, quest’anno ha fatto presenza fissa alla domenica sera su Rai Uno per il talk di “Novella Bella”, il rotocalco immaginario che dirige all’interno di Che Tempo Che Fa.

Con Renzo Arbore Il 12 e 19 dicembre 2018 in prima serata su Rai2 è stato protagonista di “Guarda…stupisci”, un programma celebrativo sulla canzone napoletana, che ha interessato quasi 3 milioni di italiani.

“Tutta salute” è un programma televisivo di informazione dedicato alla salute e al benessere. Va in onda al mattino su Rai 3 con Michele Mirabella e Carlotta Mantovan.

Mia Ceran è invece alla guida di “Quelli che il calcio” con Luca e Paolo, la domenica pomeriggio su Rai Due. Il programma ha un buon ascolto, che solitamente supera il 7% delle persone che guardano la tv in quelle ore.

Mia Ceran, classe 1986, è stata già presenza fissa nel programma quando c’era la gang di Nicola Savino. La giornalista che è ricordata per i suoi contributi a programmi d’informazione tra La 7 e Rai Tre, è alla seconda edizione del formato con il duo di comici genovesi.

Unomattina in famiglia , il programma televisivo italiano in onda su Rai 2 dal 1989 al 2010 e su Rai 1 dal 2010, quest’anno ha la conduzione di Luca Rosini e Ingrid Muccitelli. Sotto, in foto con il patron del programma Michele Guardì, i due conduttori festeggiano un’annata davvero record: oltre il 20% di share in media e poco meno di due milioni di persone li seguono ogni settimana.

Massimo Gramellini, giornalista di punta del Corriere della Sera, è alla guida dello spin-off del programma di Fabio Fazio al sabato su Rai Uno, chiamato “Le parole della settimana”.

Sotto Mara Venier parla con Salvo Sottile alla presentazione dei palinsesti Rai della scorsa estate, a Milano. Hanno in comune la conduzione de La Vita in Diretta: Mara Venier negli anni 2011-2013, per il giornalista invece l’esperienza nella versione estiva nel 2015.

 

 

Sotto, Mara Venier con Alberto Matano. Il giornalista del TG1 ha anche un programma “Sono innocente”, sui casi di malagiustizia che ha generato anche un libro e una militanza del volto di Rai Uno per le cause di riconoscimento in seguito a sentenze poi rivelatesi sbagliate.

Luca e Paolo invece sono saldi alla conduzione domenicale di “Quelli che il calcio”. Sotto la loro foto, anche l’incontro tra Luca Bizzarri e il conduttore di Tv Talk su Rai Tre, Massimo Bernardini.

 

 

La carica delle donne della Rai. Lorena Bianchetti conduce “A Sua Immagine”, programma festivo di attualità cattolica. Mentre per Licia Colò si è preparato il rientro in Rai con un programma sui viaggi nelle sue corde. Antonella Clerici ha riportato Portobello sui teleschermi ma gli ascolti non sono stati trionfali. Sempre amatissima Franca Leosini, in posa con Clerici e Colò davanti l’obiettivo di The Way Magazine. La giornalista che esamina i delitti con sbalorditiva efficacia, continua a intervistare i condannati nel suo programma di Rai Tre “Storie maledette“.

 

 

Giovanni Ciacci (sopra) affianca Bianca Guaccero nei pomeriggi di Rai Due con “Detto Fatto”. Il costumista e stylist della Rai è stato lanciato da Caterina Balivo negli scorsi anni. Ora la conduttrice napoletana è passata a Rai Uno con il talk “Vieni da me”.

Gigi Marzullo è una garanzia per la terza serata di Rai1. Si comincia con il classico “Sottovoce” (in onda dal 2 settembre 2018 al 6 settembre 2019), per un incontro di ogni notte con personaggi della cultura, dell’arte e dello sport che raccontano a una telecamera momenti fondamentali della vita e tracciano percorsi umani e professionali segnati da esperienze musicali. Dalla domenica al venerdì. Ancora musicacon “Settenote” (dal 16 settembre 2018 al 12 maggio 2019), programma che offre un racconto per tutte le età e con una particolare attenzione per il mondo giovanile e per l’attualità musicale grazie alla presenza di cantanti, cantautori, musicisti e canzoni. Note d’autore anche per “Milleeunlibro” (dal 15 settembre 2018 al 1 giugno 2019) per quello che è un appuntamento settimanale irrinunciabile con i libri, protagonisti di un dialogo a più voci tra autori, critici e lettori.

“Quelli che il sabato”: con Andrea Delogu e Gabriele Corsi, e la partecipazione di Gigi e Ross, raccontano gli anticipi di Serie A e soprattutto le partite della Serie B.

Ci sono poi “Cinematografo, cinema da vedere” (dal 28 agosto 2018 al 31 maggio 2019), settimanale cinematografico che analizza e racconta i film in programmazione nelle sale italiane con particolare attenzione ai film della settimana e Applausi, stesso format per il teatro, in onda fino al 9 giugno 2019.

 

Gad Lerner e Franca Leosini sono dei colossi alla Rai. Sotto la giornalista napoletana è fotografata tra la grande amica Antonella Clerici e Massimo Leosini, il marito. Franca Leosini è amica delle star che la adorano. Flavio Insinna è amico della gente comune, che è tornata dalla sua parte anche dopo l’incidente in un fuori onda poco gradevole nei confronti di una concorrente che gli costò qualche anno fa un momento di silenzio.

Oggi è tornato a presidiare il preserale con “L’Eredità” che vede il suo grande ritorno e nel 2018 ha fatto parte del momento di intrattenimento del talk politico di Bianca Berlinguer “Carta Bianca”.

 

 

 

 

Le Rane di Aristofane su Rai 1 sabato 1 settembre 2018 con Ficarra e Picone hanno raggiunto quasi 2 milioni di persone, un dato che fa riflettere sull’appetibilità di alcune proposte culturali. La Rai si è riappropriata del proprio ruolo di opinion leader e riproporre Aristofane, seppur rimaneggiato, in prima serata, è stato un vanto per chi ci ha creduto.

Federico Ruffo, con “Il posto giusto” su Rai Tre la domenica alle 13, è un altro esempio di televisione positiva e di qualità che viene premiata dalla platea.

“La prova del cuoco”, invece, è stata nell’occhio del ciclone per via della conduzione di Elisa Isoardi. Alcuni passaggi del programma nell’ultimo scorcio del 2018 sono stati analizzati minuziosamente per via della relazione della conduttrice con il ministro Matteo Salvini. In media, il programma si aggira intorno al 12% di share, inferiore rispetto alla media di Antonella Clerici ma comunque buono.

#MAIPIÙBULLISMO  condotto da Daniele Piervincenzi (foto sotto) è in onda il mercoledì alle 23.20, dal 17 ottobre. Dopo l’esperienza delle precedenti edizioni e dopo i risultati di impatto sociale, Rai2 conferma per una terza stagione l’esperimento televisivo #Maipiùbullismo. Si tratta del primo social coach televisivo centrato sul tema del bullismo: un tema trasversale e largo perché interessa tutti, i ragazzi, ma anche le famiglie, la scuola e le istituzioni. Tre storie on the road ambientate direttamente nelle classi per un diario di immagini e racconti senza filtri che usa il linguaggio dell’adolescenza. Nella nuova edizione il ruolo di conduttore/coach è affidato a Daniele Piervincenzi che interagisce con chi subisce azioni di bullismo, ma anche con chi le provoca, cercando di ristabilire un clima il più possibile sano

Mamma Rai non abbandona. Sopra, Cristina Parodi che nel 2017/18 ha condotto per un periodo limitato, una contestata edizione di “Domenica In” con la sorella Benedetta. Poi da sola si è riconquistata la scena e i favori del pubblico. Quest’anno è in onda dopo la Domenica In di Mara Venier con il factual “La Prima Volta”.

Non è mai troppo tardi per sperare, per vincere, per amare, per ricordare, per sorridere. È la parola d’ordine di Cristina Parodi che, nella domenica pomeriggio di Rai1 vuole mettere un timbro sui sogni degli italiani. E su quel timbro c’è scritto: fatto.

Sotto, Claudio Baglioni, riconfermato per Sanremo 2019 dalla Rai come direttore artistico. Per il festival della canzone italiana, che è il maggior appuntamento di intrattenimento della televisione italiana, quest’anno ci saranno diversi conduttori. Dal 5 al 9 febbraio ci sarà la 69esima edizione e in lizza ci sono Vanessa Incontrada e Claudio Bisio come co-conduttori.

Caterina Balivo, oltre a fare la tv, è tra le influencer più quotate grazie alla sua attività sui social network con numeri in continua crescita, oltre che per il suo seguitissimo blog, Caterina’s Secrets. Il suo primo romanzo. Gli uomini sono come le lavatrici, 216 pagine, Mondadori, è uscito nel 2018.

Caterina Balivo è la regina del pomeriggio di Rai Uno. Fiorello in un recente videomessaggio a Vieni da me il suo programma pomeridiano, ha detto: “Caterina Balivo è la Raffaella Carrà del terzo millennio”.

La conduttrice è molto amica di parecchi personaggi noti del piccolo schermo. Nelle foto sotto, saluta con entusiasmo Enrico Lucci, ex Iena alla guida di un programma “Nemo Nessuno Escluso”.

Bianca Guaccero alla guida di “Detto Fatto” su Rai Due ogni pomeriggio, qualche settimana fa si è trovata per sorpresa una telefonata in diretta da Raffaella Carrà. La diva le ha detto: “Se esistessero ancora i grandi show di una volta, lei sarebbe una primadonna fantastica. Lo dico di cuore”. 

Si è talmente emozionata che ha dovuto proseguire l’intervento il pronto Gianni Ciacci. Ma i complimenti erano sentiti e sono il sintomo di quanto sia amato il nuovo corso del programma dai suoi fedelissimi, con i numeri che lo premiano. Del resto, lo show è arrivato alla settima edizione, anche se recentemente si sono sollevati dei dubbi sulla sua prosecuzione l’anno prossimo.

 

 

 

 

 

 

“Soliti Ignoti – Il ritorno”. Il game show dell’access prime time di Rai1, prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy, condotto da Amadeus con la regia di Stefano Mignucci, in onda dal lunedì al sabato alle 20.35. Per l’ex dj di Radio Dj c’è anche stato il lancio del nuovo music game “Ora o mai più”, che dopo la vittoria di Lisa e il ritorno dei Jalisse nella prima edizione nel 2018 si prepara al ritorno.

Sono previste nuove puntate da fine gennaio sulla Rai con nuovi personaggi e probabilmente una nuova giuria.

Alberto Angela tra il 2018 e il 2019 ha collezionato probabilmente il miglior risultato complessivo nella sua militanza in Rai. Con i vari speciali sulle bellezze italiane, che addirittura incentivano il turismo nelle località che spesso gli italiani non consocono a fondo, è salutato come un vero divulgatore che fa bene al suo Paese.

Su Rai1 il suo “Passaggio a Nord Ovest”, programma da lui ideato e condotto sin dal 1997, ha fatto scoprire anche luoghi lontani: il delta del Mississippi, lo Zimbawe, o il Piedra Furada, maestoso sito archeologico nel deserto brasiliano; racconta storie di personaggi incredibili e affascinanti come Madame Tussaud, l’inventrice delle figure di cera, o il Dottor Turnbull, un medico che a bordo di un piccolo aereo presta soccorso agli abitanti delle remote isole Banks, a largo dell’Oceano Pacifico.

Inoltre, le puntate monografiche degli Speciali hanno come protagonisti momenti cruciali della storia, come l’assassinio del Presidente Lincoln, o luoghi particolari, come la stazione di Tokyo, una vera città nella città; esperimenti che coniugano archeologia e tecnologia, come la sfida di Lascaux IV, o addirittura vere leggende dell’automobilismo italiano, come la Bugatti Royale.

Read in:

Picture of admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Ad ArtVerona premiato Emilio Gola

Emilio Gola (Milano, 1994) rappresentato da Artnoble Gallery di Milano è il vincitore del Premio Casarini Duetorrihotel ad ArtVerona, con

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”