Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 27/07/2020

Un film, un profumo e un quadro: tutti di Pregoni

Abbiamo visto il corto che mette in evidenza la violenza sulle donne in un mondo maschile. Creatività senza barriere per il perfume maker.

“ONCE A DAY GIVE YOURSELF A PRESENT” è il titolo del corto di Angelo Orazio Pregoni, scrittore, pittore e perfume maker che domina sulla scena artistica per la sua genialità mista ad una elegante sfacciataggine. L’abbiamo conosciuto nel 2011 con il lancio del brand di profumi “tailor made” O’Driù, rivisto due anni fa con il lancio del suo profumo farmaco BiPolar, la fragranza studiata per ogni tipo di personalità e lo scorso dicembre 2019 con l’uscita del profumo RODOASS , che rappresenta una divinità primigenia dotata di tutti i sensi, primeggiando l’olfatto per comunicare.

E Pregoni comunica con performance in cui i suoi dipinti di donne creati con estro e velocità vengono ricoperti delle sue fragranze lasciando sula tela memorie olfattive.
In fase post Covid Pregoni corona il suo ultimo progetto , aggiungendo alla sua arte pittorica e arte olfattiva il talento cinematografico: l’instancabile eclettico artista e perfume maker Orazio Pregnoni lancia una nuova provocazione, usando come sempre le sue amate figure femminili che compaiono in un film nude e bendate, dipinte su grandi teli grezzi con vernici e preziose essenze. Teli che poi saranno adagiati sulle modelle e impregnati con profumi e tinte per tracciare un’impronta visivo-olfattiva permanente.


La benda, bloccando la vista e il movimento, rappresenta le costrizioni imposte alla donna dalla società contemporanea, mentre la nudità esprime un desiderio di edenica ribellione, libertà e autodeterminazione, assenza del peccato.
Il corto mette in evidenza la violenza sulle donne in un mondo maschile che decide il destino di esse usandole come mezzo.
L’artista appare l’unico colpevole che scandalizza lo spettatore dando a lui visione di crimini in atto.
Il cortometraggio di Pregoni usa immagini forti e provocatorie ma non scandalizza, non rivela, e lo spettatore sembra rimanere in attesa di capire meglio chi veramente sia il carnefice, perché l’artista che è protagonista e attore di “crimini” incompiuti (?) appare anche innocente e confuso.
REGIA di Angelo Orazio Pregoni SCENOGRAFIA di Marco Ventura RIPRESE E MONTAGGIO di Edoardo Zorzi MUSIC DESIGN di Angelo Orazio Pregoni CAST Angelo Orazio Pregoni, Marco Ventura, Tom Rebl, Anna Melnic, Leandra Tartaglia, Camilla D’Elia, Virginia Sicardi.



Society - 01/12/2018

Un libro di foto per capire Bob Dylan

Dopo il Nobel per la Letterautra agguantato nel 2016 (ma ritirato nel 2017 con un segretissimo disco [...]

Design of desire - 02/06/2018

Radicity 2018, ecco i 6 progetti degli architetti del verde che “rigenerano” Eboli

C'è un comune della provincia di Salerno con un pregevole centro storico, Eboli, che per anni non [...]

Luxury - 08/05/2020

Paponetti Home: “Ecco come affrontiamo il 2020 nell’immobiliare di lusso”

Stefano Paponetti è un giovane imprenditore nel campo dell'immobiliare di lusso che ha avuto molto [...]

Top