26 Novembre 2021
CONCERTI PER 6 MESI

Giovani italiani dell’Accademia Chigiana a Parigi

26 Novembre 2021
CONCERTI PER 6 MESI

Giovani italiani dell’Accademia Chigiana a Parigi

26 Novembre 2021
CONCERTI PER 6 MESI

Giovani italiani dell’Accademia Chigiana a Parigi

L’Accademia Chigiana presenta 7 concerti presso l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi dall’11 gennaio al 28 giugno 2022 nel quadro del progetto “Giovani talenti musicali italiani nel mondo” in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Uno dei principali obiettivi dell’Accademia Chigiana è di sostenere in modo diretto i propri migliori allievi, accompagnandoli nel loro percorso formativo e nel loro avvio alla carriera nel settore dello spettacolo in Italia e all’estero. A favorire l’ingresso nel mondo musicale internazionale svolge un ruolo determinante il progetto “Giovani talenti musicali italiani nel mondo”.

Dal 2017 a oggi l’iniziativa ha portato i giovani musicisti dell’Accademia Chigiana in tournée in tutto il mondo.

I concerti si svolgeranno presso l’Hôtel de Gallifet, la magnifica sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi e vedranno protagonisti il Quartetto Indaco, il Trio Chagall, il violoncellista Ettore Pagano, il pianista Gabriele Strata, il Duo di chitarre Renda-Trucco, il violinista Gennaro Cardaropoli e infine i cantanti Fiorenza Mercatali e Gianandrea Navacchia per un sensazionale gala conclusivo, dedicato all’opera lirica italiana.


Calendario della rassegna:

11 gennaio – il Quartetto Indaco inaugura la rassegna parigina con un programma che lascia spazio alla musica moderna e contemporanea di autori italiani e francesi. La serata si apre con il Quartetto d’archi di Germaine Tailleferre, compositrice invitata a far parte del gruppo Les Six all’indomani del successo di questo brano per archi di rara esecuzione. Completano la proposta musicale i quartetti per archi di Nino Rota e di Ildebrando Pizzetti.

24 febbraio – il Trio Chagall è il protagonista del secondo appuntamento della rassegna francese. Vincitore del Premio “Giovanna Maniezzo” 2020, assegnato dall’Accademia Chigiana, il giovane trio torinese presenta un ricco programma musicale che spazia dal Trio n. 1 di Dmitrij Šostakovič al Trio op.8 di Johannes Brahms, passando per l’Italia di Alfredo Casella e la prima esecuzione nazionale di In limine di Maurizio Azzan, compositore italiano che ha approfondito i propri studi presso l’IRCAM e il Conservatoire national supérieur de musique et de danse di Parigi.

15 marzo – tra i solisti partecipanti al progetto “Giovani Talenti musicali italiani nel mondo” rientra il giovanissimo violoncellista Ettore Pagano, accompagnato da Monica Cattarossi, Maestro collaboratore al pianoforte del Corso estivo di Antonio Menses, Maestro del giovane talento. In programma alcuni tra i brani più rappresentativi dello strumento ad arco: Suite in stile antico di Alfred Schnittke, Toccata op.83 di Mario Castelnuovo-Tedesco, la creazione del 2018 della compositrice Carla Magnan (Mirages) e la Sonata op.119 di Sergej Prokof’ev.

12 aprile – il giovane pianista Gabriele Strata, all’esordio di una promettente carriera internazionale, presenta un omaggio alla grande musica per tastiera di ambiente francese. Quattro Ballade di Fryderyk Chopin sono intervallate da composizioni tratte dalle Pieces de Clavecin di François Couperin, dai Vignt Regards sur l’Infant Jesus di Olivier Messiaen, a Gymnopédien.1 dell’irriverente e innovatore Erik Satie e Le Jeu des Contraires di Henri Dutillieux.

10 maggio – A 8 anni dal primo incontro, il duo chitarristico formato da Fabio Renda e Beniamino Trucco, allievi all’Accademia Chigiana del leggendario chitarrista Oscar Ghiglia, hanno maturato negli anni un vasto repertorio d’insieme.  Accanto al repertorio chitarristico per eccellenza di Joaquín Rodrigo, Mauro Giuliani e Mario Castelnuovo-Tedesco è prevista l’esecuzione di opere meno note di André Jolivet, Pierre Petit e Steve Reich.

7 giugno – il violinista salernitano Gennaro Cardaropoli si afferma ancora diciassettenne al Concours International Arthur Grumiaux di Bruxelles e fino al 2018 frequenta i corsi di Salvatore Accardo e Boris Belkin all’Accademia Chigiana di Siena. In occasione del concerto presso l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi il giovane talento esegue, accompagnato al pianoforte da Alberto Ferro, un programma all’italiana con musiche di Niccolò Paganini, Ottorino Respighi, Antonio Bazzini e un’opera di propria composizione (Capriccio n.5), accanto alla Sonataper violino e pianoforte n.1 di Gabriel Fauré.

28 giugno – il concerto di chiusura della rassegna di concerti presso la sede dell’Ambasciata d’Italia a Parigi porta sulla scena francese due giovani voci del corso di Canto di William Matteuzzi, già protagonisti sin dal 2018 del Laboratorio d’opera Chigiana OperaLab. Fiorenza Mercatali, soprano e Gianandrea Navacchia, baritono, interpreteranno arie e duetti tratti dalle maggiori opere teatrali dell’Ottocento italiano ed europeo, accompagnati al pianoforte da Francesco De Poli.

In foto d’apertura: Il Quartetto Indaco nasce nel 2007 presso la Scuola di Musica di Fiesole, grazie all’impulso di Piero Farulli e Andrea Nannoni, ed è oggi considerato tra i più interessanti quartetti d’archi italiani della sua generazione. Da sinistra: Eleonora Matsuno, violino; Ida Di Vita, violino; Jamiang Santi, viola; Cosimo Carovani, violoncello.

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?