Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 11/11/2019

The Way Magazine alla prima giornata del Campionato Nazionale Pizza Doc

Dodici categorie di competizione, sfida tra pizza classica e Margherita, attesa per il pizzaiolo emergente. Cosa sta succedendo alla sesta edizione della kermesse.

L’evento della celebrazione della pizza è arrivato. Il Campionato Nazionale Pizza Doc è partito oggi lunedì 11 novembre e prosegue domani martedì 12 al Consorzio di Bonifica del Sarno di Nocera Inferiore, provincia di Salerno. Per questa settimana la zona d’elezione del pomodoro San Marzano Doc pullula di chef e professionisti che ruotano intorno al business della pizza da ogni parte d’Italia. Tra i giurati anche Christian D’Antonio, direttore di The Way Magazine assieme a professionisti del web, della comunicazione e ristorazioni, tutti impegnati a valorizzare l’alimento principe della tavola degli italiani (e non solo).

A caldo, il giovane pizzaiolo napoletano Cristiano Piccirillo, erede di quarta generazione della storica pizzeria di Piazza Garibaldi a Napoli, dice: “Tutti gli ingredienti sono di prima scelta e noi in giuria siamo molto attenti al rispetto della tradizione. Ma devo dire che quello che ci appassiona maggiormente è l’aggiornamento, l’innovazione che non devono mancare”.

Organizzata dalla società “Giaccoli & partners”, l’evento dedicato al mondo pizza è patrocinata dalla Regione Campania, Provincia di Salerno, Comune di Nocera Inferiore, da ConfCommercio Campania, Anicav e da molteplici associazioni di pizzaioli di tutto il territorio nazionale.

Un evento che ogni anno si afferma sempre più globale e popolare. L’anno scorso il Campionato Nazionale Pizza DOC ha registrato: più di 350 pizzaioli concorrenti provenienti da tutta Italia con iscritti provenienti anche dall’Inghilterra, Irlanda, Spagna, Germania, Austria, Slovenia, Croazia ed altri Paesi europei ed extra continentali; oltre 30 aziende settoriali che hanno esposto i propri prodotti all’interno dell’area Expo; circa 2500 presenze durante l’evento.

Per i vincitori delle varie categorie del VI Campionato Nazionale Pizza Doc ci sarà in palio un montepremi di 5000 euro in prodotti e servizi offerti dagli sponsor. Ci saranno anche concorrenti dall’estero, che si contenderanno il titolo “Pizza DOC in the World – Miglior Pizzaiolo Italiano nel Mondo”.

Partner dell’evento saranno aziende leader del settore, tra le quali Molino Caputo, Latteria Sorrentina, Pelati Ciao, Solania, D’Amico, Forni Reppuccia, Mecnosud, Perrella, Caldo Pellet, Carbone Conserve e tante altre aziende che andranno a coprire l’area EXPO.

Da sinistra il patron Carmine Giaccoli con il giornalista Mino Pepe e il figlio organizzatore, Antonio Giaccoli. La prima giornata del sesto Campionato Nazionale Pizza Doc è stata un successo.

Più di 100 giudici tra maestri pizzaioli, chef stellati, esperti del settore, giornalisti e quest’anno anche tanti food blogger, tra i quali si segnala la presenza di Vincenzo Falcone, tra i primi 5 foodblogger d’Italia e creatore del fortunatissimo food brand “Delicious”. Presente anche Francesco Martucci, al primo posto della guida “50 Top Pizza 2019” con la sua pizzeria “I Masanielli”.

Un parterre di giudici d’altissimo livello che siederà in giura per valutare le oltre 1500 pizze che saranno sfornate in due giorni di gara. Presidente di giuria sarà Barbara Guerra, ideatrice e curatrice della guida 50 Top Pizza e “LSDM”. Direttore tecnico del progetto sarà Marco Di Pasquale, maestro pizzaiolo de “Il Giardino degli Dei” di Salerno.

Testimonial d’eccezione sarà Angioletto Tramontano de “O’Sarracino” di Nocera Inferiore, una delle tre migliori pizzerie d’Italia secondo Trip Advisor.

Ospiti d’onore della kermesse saranno personalità di spicco dell’universo pizza come la “Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le centenarie”, con don Antonio Starita, che guida l’associazione; Alessandro Condurro della pizzeria “Da Michele” di Napoli; gli associati del Gruppo La Piccola Napoli guidati da Paco Linus; i pizzaioli della nuova generazione, come Salvatore Lioniello, Raffaele Bonetta, Vincenzo Capuano, Pier Daniele Seu e tanti altri ospiti di spessore in via di definizione.

Antonio Giaccoli, ideatore e promotore di Campionato Nazionale Pizza Doc col famoso pizzaiolo Peppe Di Napoli simpatico cuoco della storica Pescheria Di Napoli, oggi anche ristorante, diventato un autentico fenomeno “social” con il nomignolo “a cascata”.

Farina Caputo

Lo stand di Farina Caputo al sesto campionato nazionale di Pizza Doc a Nocera Inferiore Salerno.

Official Media Partner della manifestazione saranno: Alice Tv, che realizzerà una puntata ad hoc sulla sesta edizione del Campionato; TeleNuova; YouFoodTv; Luciano Pignataro – Wine & Food Blog, uno dei primi food blog creati in Italia fondato dal giornalista del quotidiano “Il Mattino” Luciano Pignataro; Radio Base; Di Testa e Di Gola; The Way Magazine; La Buona Tavola di Renato Rocco; Italia Foodball Club Tv; Calabria Food Porn; Pizza Napoletana.

Per evitare di influenzare le votazioni, anche al VI Campionato Nazionale Pizza DOC i giudici non vedranno chi elabora il prodotto prima di aver votato la pizza. Al via del direttore di gara, il pizzaiolo preparerà la sua pizza, dopodiché essa verrà mostrata alla giuria da nostri collaboratori. I giudici assegneranno un punteggio da 30 a 100, basando la loro valutazione su due principi: Gusto, Cottura e Aspetto. Il voto sarà espresso in maniera elettronica.

Pinsa Romana con tanti ingredienti tricolore.

Pizza con cozze e patate viola.

Cipolle e crema di lenticchie.

Anche taralli e crosta di Parmiggiano per una delle pizze sottoposte alla giuria oggi al Campionato Nazionale Pizza Doc.

Possono partecipare tutti i pizzaioli/le appartenenti a qualsiasi associazione, che abbiano compiuto 14 anni di età. Ben 12 le categorie del VI Campionato Nazionale Pizza DOC:

  • Pizza Classica, ovvero la pizza specialità del concorrente;
  • Pizza Margherita DOC, anche senza rispettare il disciplinare STG;
  • Pizza Gourmet, usando anche impasti alternativi;
  • Pizza in Teglia, divisa in “Teglia Classica”, “Pizza in Pala” oppure “Pinsa Romana”;
  • Pizza senza Glutine;
  • Pizza Fritta;
  • Pizza più larga;
  • Free style;
  • Pizza a due;
  • Pizza dessert;
  • Fritti;
  • Categoria Juniores con il premio “Marco Agnello”, riservata agli iscritti di età compresa tra i 14 ed i 21 anni, salvo esplicita richiesta del concorrente di partecipare anche alle categorie adulte.

Il giurato Nicola Bocci e il reporte Modestino Annunziata al sesto Campionato di Pizza Doc.

Parte della scenografia della manifestazione è fatta con prodotti tipici locali.

Oltre ai premi di categoria, tanti altri sono quelli previsti dall’organizzazione. Il Campione Nazionale Pizza DOC 2019 sarà eletto tra il primo classificato della pizza classica e pizza margherita, in funzione di chi ottiene il punteggio più alto. Poi saranno assegnati: il premio “Pizza DOC in the World – Made In Nuceria” riservato ai concorrenti provenienti dall’estero; “Miglior Pizzaiola DOC 2019”; il “Premio Giudici di Forno”; il premio “Pizzaiolo Emergente 2019”; il premio “Miglior Pizzaiolo Giuria Popolare”; il “Premio FoodBlogger”.

Ancora pochi i posti disponibili per partecipare al VI Campionato Nazionale Pizza DOC e scoprire chi sarà l’erede di Luigi Greco, vincitore della quinta edizione.

 



Leisure - 03/10/2018

I “Nonni” di Luca Ventura, un successo d’arte e sentimento

La sua collaborazione con The Way Magazine è iniziata con un reportage a puntate sugli USA (la prim [...]

Leisure - 05/10/2017

Il rap va in alto, Marracash vola con Timberland

C'è stato un concerto dei record l'altra sera a Milano per Timberland e Marracash. Duemila persone [...]

Leisure - 28/10/2017

The Way Magazine presenta l’arte di Gio Manzoni

Tanti amanti dell'arte, galleristi e cittadini comuni si sono ritrovati alla Rovereto House & La [...]

Top