12 Settembre 2019

Comte de Montaigne, vero Champagne dell’Aube con rispetto per la natura

Uno Champagne che ha cuore e che è sinonimo di valori genuini e joie de vivre. Il terroir della Côte des Bar.

12 Settembre 2019

Comte de Montaigne, vero Champagne dell’Aube con rispetto per la natura

Uno Champagne che ha cuore e che è sinonimo di valori genuini e joie de vivre. Il terroir della Côte des Bar.

12 Settembre 2019

Comte de Montaigne, vero Champagne dell’Aube con rispetto per la natura

Uno Champagne che ha cuore e che è sinonimo di valori genuini e joie de vivre. Il terroir della Côte des Bar.

Comte de Montaigne, maison di Champagne dell’Aube, che ha fatto dell’approccio eco-friendly uno dei capisaldi per la gestione dei suoi vitigni, delle cantine e di ogni fase del processo di produzione. Il Brut (70% Pinot Noir e 30% Chardonnay) è da sempre simbolo della Maison, dal profumo di frutta bianca (mela, pera e pesca) e dal gusto fruttato e rotondo.

Comte de Montaigne può contare sul terroir dell’Aube dove l’uva viene raccolta su circa40 ettari e su un organico che arriva in vendemmia a più di 90 professionisti. L’azienda è presente a livello internazionale in 7 paesi ed il suo giro d’affari è cresciuto negli ultimi cinque anni del 56%.

Le uve sono pressate direttamente nelle presse per poi essere messe nei tini a temperatura controllata, dove comincia la prima fermentazione. Da li nasceranno delle straordinarie gamme di vini, che permettono di creare gli assemblage. Vengono degustate regolarmente le diverse Cuvée, nata dalla prima fermentazione. Per questo lavoro occorre tempo, perché questa materia vivente evolve in continuazione. Alla fine di numerose degustazione, soli i vini selezionati possono fare parte di Comte de Montaigne. Ad ogni cuvée corrisponde un assemblage specifico.

Questo è il vero champagne della regione dell’Aube, il cuore della Francia, quello che nasce dalla storia e dall’amoreper il territorio di Comte deMontaigne. Una Maison che oggi è sotto la guida del Ceo Stéphane Revol, deciso a trasmettere la tradizione, unica in Francia e nel mondo, alle future generazioni.

Ma come mai se il primo ceppo di Chardonnay era stato piantato nell’Aube, lo Champagne era associato alla Marne e non alla sua terra di origine? La domanda che il piccolo Stéphane pose a suo padre fu l’inizio della sua fascinazione col business del settore.

Quello che era successo è che i commercianti della vicina regione della Marna acquistarono lo Chardonnay dall’Aube,diventandoi primi a venderlo in Francia. E per evitare che l’Aube potesse produrre l’autenticoChampagne, dopo una guerra impedirono, per piùdi sei secoli, alla sua regione di origine di utilizzare la denominazione di “Champagne”. E da qui inizia la vera storia dell’azienda, che vede protagonisti un bambino, Stéphane Revol, e la sua famiglia, impegnati con passione e orgoglio per riaffermare la vera regione di origine del DNA dello Champagne e restituire al blasone aziendale il suo antico splendore.

La profonda leggerezza dello Champagne che ha cuore, passione per la terra, eco-sostenibilità, fedeltà ai valori tramandati di generazione in generazione sono le vere radici nelle quali affonda, ancora oggi, la filosofia imprenditorialedi Comte de Mointaigne. Uno Champagne che ha cuore, coltivato e prodotto con amore, sinonimo digenuinità, emozione, calore, vicinanza, joie de vivre. Ecco perché Comte de Montaigne è ricercato da chi ama isapori autentici e fa dell’understatement il proprio stile di vita.

Il terroir, inteso come microclima e insieme di caratteristiche minerali del terreno, è uno dei tratti identitari di Comte de Montaigne. Si tratta di un habitat speciale, dal clima temperato, oceanico, semi continentale, nel quale l’esposizione al sole è limitata edil sottosuolo gessoso svolge una funzione termoregolatrice e protettiva delle radici del vigneto.

 

Dalle Cuvée della Côte des Bar nascono cinque grandi champagne: il Brut (70% Pinot Noir e 30% Chardonnay), da sempre simbolo della Maison, dal profumo di frutta bianca (mela, pera e pesca); l’Extra Brut (70% Pinot Noir e 30% Chardonnay), con aromi di pompelmo, limone, pesca, pera e mela.E ancora: il Rosé(100% Pinot Noir), fruttato e vinoso; il Blanc de Blancs (100% Chardonnay) dal profumo burroso con sentore di agrumi, frutta esotica e fiori bianchi e la Cuvée Speciale (100% Pinot Noir), dai profumi di frutta nera accompagnati dai sottili aromi di spezie e di crosta di pane.

Read in:

English English Italian Italian
admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Zic esce con “Faceva Caldo”

Così Zic, classe 1997, giovane cantante uscito dal talent Amici 2018 parla di sé: “Sono l’unico figlio di due architetti

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?