6 Aprile 2017

Louis Vuitton, oggetti nomadi ma di lusso

Si chiama Objets Nomades ed è l'intallazione di 25 pezzi in limited edition del brand francese al Fuorisalone.

6 Aprile 2017

Louis Vuitton, oggetti nomadi ma di lusso

Si chiama Objets Nomades ed è l'intallazione di 25 pezzi in limited edition del brand francese al Fuorisalone.

6 Aprile 2017

Louis Vuitton, oggetti nomadi ma di lusso

Si chiama Objets Nomades ed è l'intallazione di 25 pezzi in limited edition del brand francese al Fuorisalone.

Per presentare la collezione di 25 oggetti in limited edition per l’arredo casa, Louis Vuitton, celeberrimo marchio di lusso francese, ha scelto Palazzo Bocconi. La residenza sontuosa, che l’anno prossimo diventerà sede del nuovo Museo etrusco della città, è adibita a display elegante di una serie di innovativi complementi d’arredo, racchiusi sotto il nome di Objects Nomades, un progetto di design nato alla maison nel 2011. Prototipi in materiali nomili e pezzi limitati di desiderio e piacere costellano le ampie e regali stanze del palazzo. Si resta incantanti davanti a quello che blasonati designer hanno immaginato sul tema del viaggio, come una poltrona lounge progettata da Marcel Wanders e l’amaca firmata da Atelier Oï.

Contornato da piante lussureggianti, il setting è favoloso: la stanza delle Spiral Lamp è altamente scenografica e i sospesi di Fernando e Humberto Campana sono irriverenti tocchi di colore in un ambiente di rara raffinatezza.

Di Patricia Urquiola è presente una Swing Chair, mentre nel mondo delle lampade spiccano la Surface Lamp di Nendo, la Valet di Damien Langlois-Meurinne e la Bell Lamp di Barber & Osgerby. Grande ammirazione per Blossom Stool di Tokujin Yosjioka.

La moderna arte del vivere è tutta rappresentata in questi oggetti che aiutano a vivere in stile con il comfort estremo. E soprattutto ci ricordano che la genialità dell’unione degli intenti, a livelli così alti, partorisce sempre risultati esaltanti.

 

Read in:

English English Italian Italian
Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?