Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 29/12/2016

La seta di Como nelle nuove cravatte Loïc et giL

Il brand nato per volere di un elegante imprenditore che dalla Svizzera fa realizzare gli accessori in Italia. Ecco l'anteprima.

Loïc et giL è un nuovo marchio di cravatte, per la prima volta in mostra a Pitti Uomo nel 2017. Il fondatore Paolo Luban, che ha dato al marchio l’unione dei nomi dei suoi figli, dice di aver messo tutta “l’energia e l’ossessione per l’estetiva nella ricerca di modelli innovativi e artistici”.

E in effetti si vede che nelle cravatte Loïc et giL l’ambizione è di creare un accessorio che possa istigare desiderio ed emozione. L’accessorio è considerato un lussuoso dettaglio per il guardaroba maschile e il brand ha un respiro internazionale ma saldamente radicato nell’artigianato locale.

cravatte Loïc et giL

Cravatte Loïc et giL: lusso su misura nel guardaroba maschile.

Lo studio e il design sono basati a Ginevra ma Loïc et giL si pone come il non-plus-ultra del lusso maschile, il simbolo di uno charme discreto ma irresistibile quello di un accessorio che da secoli rappresenta l’uomo i suoi momenti sociali. Le cravatte che vi presentiamo nelle foto sono esattamente quelle che Paolo Luban cercava per se stesso, essendo un gran conoscitore (e consumatore) di moda, e ha voluto farle con i migliori tessuti e la migliore confezione disponibili. Seta di Como dunque, e confezione italiane, ma il cervello dell’azienda è a Ginevra e i decori delle cravatte provengono direttamente dall’ esperienza di Paolo, nella tradizione dei grandi collezionisti di Zurigo e Basilea e amante dell’arte astratta. Loïc et giL dunque guarda discretamente al mondo dell’arte e del design, discretamente, dicevamo, perché tale è lo charme della grande borghesia che l’accessorio maschile per eccellenza diventa “state of art”, discreto e non monopolizzatore.

Loïc et giL esiste in tanti decori, sempre astratti, in mille raffinate nuances, dal mint green al powder pink, dal military green al magenta, dal cold grey al green tea. Le cravatte vengono realizzate in due taglie (M da 150cm e L, 160cm) per uomini immaginati come discendenti ideali di Lord Brummel, uno che non metteva neanche il naso fuori casa se non era incravattato al meglio.

Per info qui

 



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 29/12/2016

La seta di Como nelle nuove cravatte Loïc et giL

Loïc et giL è un nuovo marchio di cravatte, per la prima volta in mostra a Pitti Uomo nel 2017. Il [...]

Fashion - 14/10/2017

Eleventy, apertura a Toronto e donna sofisticata per il 2018

Con l'apertura della prima boutique americana a Toronto (Canada), Eleventy, il marchio di abbigliame [...]

Leisure - 24/03/2017

Il festival di Nervi rivive nel ricordo del Gala Internazionale di Danza

Un Gala internazionale di danza per ricordare il Festival Internazionale del Balletto di Nervi, vetr [...]

Top