22 Novembre 2022

Stefano Ricci 50 anni di storia della moda

La sfilata commemorativa in Egitto del marchio che ha sostenuto molte iniziative culturali e di recupero storico in Italia. Al Tempio di Hatshepsut 45 modelli internazionali.

22 Novembre 2022

Stefano Ricci 50 anni di storia della moda

La sfilata commemorativa in Egitto del marchio che ha sostenuto molte iniziative culturali e di recupero storico in Italia. Al Tempio di Hatshepsut 45 modelli internazionali.

22 Novembre 2022

Stefano Ricci 50 anni di storia della moda

La sfilata commemorativa in Egitto del marchio che ha sostenuto molte iniziative culturali e di recupero storico in Italia. Al Tempio di Hatshepsut 45 modelli internazionali.

Per una società leader nella produzione di abbigliamento e luxury lifestyle maschile, presente nel mondo attraverso 70 boutique monobrand e oltre 20 shop-in-shops, sfilare davanti a una delle meraviglie del mondo è un’occasione di visibilità globale unica. Il marchio italiano Stefano Ricci ha celebrato a ottobre 2022 i primi 50 anni di attività con un fashion show unico a Luxor, Egitto.
Nel 1972 a 20 anni, Stefano Ricci, appassioanto di cravatte, decise di realizzare una propria collezione diqualità assoluta, lavorazione manuale, 100% fatto in Italia. Affiancato dalla futura moglie Claudia, il designer fiorentino presenta le prime proposte a Pitti Uomo (1974). La risposta da parte dei più importanti department store internazionali, come Neiman Marcus (USA) e Harrods (UK) è un segnale forte ai mercati. Nel giro di poche stagioni i buyers riconoscono in Stefano Ricci la capacità di aver trasformato il ruolo della cravatta da accessorio a protagonista della moda maschile.

Da sinistra, Filippo, Stefano, Claudia e Niccolò Ricci. Foto di Massimo Sestini. Stefano Ricci, fondatore, presidente e designer dell’omonima società di abbigliamento maschile di alta qualità, realizzato al 100% in Italia, è da sempre attivo nell’attività di sostegno al patrimonio artistico, storico e culturale d’Italia.
Nel corso dei primi 50 anni di attività, numerosi progetti lo hanno visto coinvolto in prima persona, a voler testimoniare quel profondo senso di gratitudine nei confronti della sua Firenze, a cui ha donato nel
2012, la nuova illuminazione della Loggia de’ Lanzi in piazza Signoria. Nel 2016, in occasione di “Firenze Hometown of Fashion”, ha donato un nuovo impianto di illuminazione di Ponte Vecchio. Il brand ha anche curato per le Antiche Arti e dei Mestieri custoditi presso l’Archivio di Stato di Firenze, un nuovo sistema di digitalizzazione e consultazione. Quattro anni fa, a Milano, per il 500° anniversario di Leonardo da Vinci, ha fornito sostegno per l’esposizione agli Uffizi delle Fogli del Codice Atlantico della Veneranda Biblioteca Ambrosiana.
Alla sfilata di Luxor, Egitto, ottobre 2022, presenti i rappresentanti della famiglia Ricci e Andrea Bocelli.

L’imprenditore stilista in occasione dell’importante anniversario di 50 anni di attività, ha detto: “Ho scelto di celebrare il 50º anniversario del mio Brand in una città piena di fascino, arte e tradizioni: Luxor, l’antica Tebe, Terra dei Faraoni. Per una notte il tempio di Hatshepsut sarà la straordinaria passerella sulla quale sfileranno le mie creazioni. Aver ricevuto dalle istituzioni egiziane questa autorizzazione è per me un privilegio e un orgoglio. Ma sento anche un grande senso di responsabilità, rispetto e attenzione verso questi luoghi unici”.
A Luxor sono arrivati 45 modelli e 400 ospiti provenienti da tutto il mondo quando per la prima volta nella storia, l’Egitto ha aperto le porte dei propri templi alle sfilate di moda internazionali, grazie alle straordinarie autorizzazioni concesse dal governo egiziano, e in particolare dal Dr. Ahmed Eissa Abou Hussein, Ministro del Turismo e delle Antichità, e dal Dr. Mostafa Waziri, segretario generale del Consiglio Supremo delle Antichità.


Quarantacinque modelli internazionali sono andati in passerella al Tempio di Hatshepsut in occasione del 50º anniversario, appuntamento esclusivo voluto dall’azienda che è nata nel 1972 come manifattura di cravatte ed è ora diventata leader mondiale nel lifestyle del lusso, con oltre 70 boutique in tutto il mondo e una presenza in prestigiose capitali internazionali.
La sfilata è un omaggio ideale alla bellezza di un luogo unico che rappresenta millenni di cultura. Stefano Ricci ha scelto Luxor, sulle rive del Nilo, per celebrare l’eleganza maschile dedicata all’uomo che vive una vera passione per la qualità, l’artigianalità, lo stile e l’eccellenza assoluta.


Per la Famiglia Ricci il Fashion Show al Tempio di Hatshepsut rappresenta il proseguimento di un percorso ideale, fatto di sfilate-evento iniziato dieci anni fa alla Galleria degli Uffizi e consolidato nel 2017 con la riapertura della Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze, dove è nato il Made in Italy.

Dalla cravatta al total look, partendo con le camicie di qualità, Stefano Ricci ha sempre puntato all’eccellenza, fondando con alcuni brand simili, il progetto “Classico Italia” che negli anni Ottanta aveva rilanciato Firenze e Pitti Uomo come punto di riferimento irrinunciabile per la moda maschile a livello internazionale. Dagli anni 90 il marchio ha ampliato progressivamente la produzione per uomo, includendo nella collezione abiti sartoriali, sportswear, maglieria e calzature, includendo nelle collezioni anche articoli in pelle esclusiva. Seguendo l’antica tradizione orafa fiorentina, ha creato anche una collezione di gemelli e fibbie preziose, utilizzando oro, platino, diamanti, zaffiri e altre gemme.
La maison è presente dagli anni 90 negli USA e, come primo monomarca assoluto, a Shanghai. Una mossa pionieristica che porta grandi risultati.


Dai primi anni del nuovo Millennio fanno il loro ingresso operativo nella società di famiglia i figli, Niccolò Ricci che diventerà CEO e, successivamente, Filippo Ricci che assumerà la Direzione creativa. Nel 2005 viene istituito l’emblema del brand: l’Aquila Reale, a simboleggiare i valori del brand: honour, power, pride. Dal 2009 esiste anche la SR HOME che propone serviti di porcellane e cristalli, argenteria, biancheria di lusso e accessori per la casa. Dopo poco, l’azienda rileva l’Antico Setificio Fiorentino (ASF), storica seteria che produce tessuti per le famiglie più importanti del mondo dal 1786, usando ancora oggi antichi telai meccanici e semi-meccanici, oltre a un orditoio realizzato su disegno originale di Leonardo da Vinci.
La SR Luxury Yacht Division, progettata per soddisfare le esigenze di una clientela, entusiasta di Mega-Yachts, produce invece interni in radica californiana, travertino toscano e pelle di coccodrillo.
Nel 2022, in occasione del 50° anniversario di attività, Stefano Ricci ha dedicato alla propria città d’origine il profumo “Firenze” con un design di alta definizione che richiama alle architetture rinascimentali e un bouquet segnato dall’orangerie fiorentina. Il flacone trova una propria evoluzione nelle fragranze dedicate alle “Città del Mondo” (Beverly Hills, Miami, Las Vegas, New York, London, Paris, Istanbul).

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Zic da Amici al primo disco

“Faceva caldo”, il primo album di Zic Esce oggi, nei negozi di dischi e nei digital store, il primo album

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?