Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 18/12/2018

I sepolti nel tempo nell’arte di Ana Mendieta

A Parigim alla Galleria nazionale dello Jeu de Paume, spazio espositivo d'arte contemporanea e di fotografia.

Si chiama “Covered in Time and History: The Films of Ana Mendieta” ed è la prima mostra in un museo dell’artista cubano-americana Ana Mendieta. La fotografa nacque ad Havana nel 1948 e morì a New York nel 1985.

Riunendo 20 opere di immagini in movimento e 27 fotografie correlate, la mostra è il più grande compendio del lavoro cinematografico dell’artista mai presentato in Francia ed è attualmente visibile al Palazzo Jeu de Paume a Place de la Concorde.
Ana Mendieta è considerata come uno degli artisti più prolifici e innovativi dell’era post-bellica. Le recenti mostre dedicate al suo lavoro in Europa (Berlino, Londra, Praga, Salisburgo, Torino e Umeå) hanno rivelato il potere della sua visione artistica e l’influenza del suo lavoro sulle generazioni di artisti che le sono succedute. Il lavoro di Mendieta continua ad avere un forte impatto su persone di tutte le età e background.

Durante la sua breve carriera, dal 1971 al 1985, Ana Mendieta ha prodotto un notevole corpus di opere, tra cui disegni, installazioni, spettacoli, fotografie e sculture. Meno conosciuta, la sua produzione di film e video è particolarmente impressionante e prolifica: i suoi 104 film realizzati tra il 1971 e il 1981 fanno di Ana Mendieta una delle figure di spicco della pratica dell’arte visiva multidisciplinare emersa negli anni ’70 e ’80.

Grazie alla nuova ricerca sul lavoro di Mendieta nel mezzo filmico, la mostra al Jeu de Paume riposiziona l’immagine in movimento dalla periferia al centro del suo lavoro, ed è organizzata attorno ai temi ricorrenti esplorati nei film, tra cui la memoria, la storia, cultura, rituale e il passare del tempo, che sono spesso distillati attraverso la relazione tra il corpo e la terra. La maggior parte dei film di Mendieta si svolge in natura e spesso mostra il suo interesse per i quattro elementi classici: terra, acqua, aria e fuoco.

Curatori: Lynn Lukas e Howard Oransky

Fino al 27 gennaio 2019, Jeu de Paume 1 Place de la Concorde – Parigi

Fotoservizio da Parigi: Andrea Agostinelli per The Way Magazine



Trends - 13/03/2017

La natura si riprende l’obiettivo a MIA Photo Fair 2017

Paesaggi, animali, piante: la naturae tutto il bello del creato catturato dagli artisti dell'obietti [...]

Society - 07/04/2017

Simona Tassone: “L’arte aiuta ad amare il proprio corpo”

Simona Tassone, restauratrice d’arte, conduttrice televisiva, attrice, opinionista, vulcanica, ina [...]

Leisure - 10/06/2019

Anche yacht e fotografia ad Art Basel

Per il secondo anno consecutivo, Sanlorenzo torna a Basilea rinnovando la propria partecipazione a [...]

Top