29 Gennaio 2023

Il collage ad Arte Fiera Bologna

Fondazione Cirulli partecipa alla 46ª edizione della manifestazione con la mostra Cut&Paste. Fotocollage tra Dada e Futurismo.

29 Gennaio 2023

Il collage ad Arte Fiera Bologna

Fondazione Cirulli partecipa alla 46ª edizione della manifestazione con la mostra Cut&Paste. Fotocollage tra Dada e Futurismo.

29 Gennaio 2023

Il collage ad Arte Fiera Bologna

Fondazione Cirulli partecipa alla 46ª edizione della manifestazione con la mostra Cut&Paste. Fotocollage tra Dada e Futurismo.

Una selezione di una quarantina di opere, tra collage e fotocollage provenienti dalla collezione di Fondazione Cirulli, tutte dedicate al collage e fotocollage sta per essere esposta ad Arte Fiera Bologna. Il percorso espositivo vuole essere una riflessione nell’ambito della ricerca visuale che ha appassionato le avanguardie dagli anni ’10 agli anni ’30 del secolo scorso, quando la continua sperimentazione formale ed estetica ha condotto alla ricerca di nuove tecniche espressive che annullassero ogni richiamo al passato, giungendo fino a negare la manualità della pittura a favore della scelta di materiali poveri ed effimeri, come ritagli di giornale e frammenti fotografici, assemblati in una composizione apparentemente senza senso ma che, in realtà, tiene conto solo della sensibilità dell’artista.
È questo il caso di Raoul HaussmannKurt Schwitters Hannah Hoch, artisti del Dada-Berlin, per i quali il collage sembra diventare la soluzione espressiva perfetta per esprimere il disagio nei confronti della società industriale di allora, capace di promettere benessere ma di condurre il mondo alla guerra.

Nei lavori futuristi, l’utilizzo del fotocollage rappresenta, invece, la volontà di celebrare la modernità attraverso l’esaltazione delle innovazioni tecnologiche e dell’energia vitale che esse sprigionano. Fra gli artisti presenti spiccano Bruno MunariThayath e Vinicio Paladini, fra i primi in Italia ad usare la tecnica del collage e del fotomontaggio.

Una sezione è dedicata a Jean Cocteau, tra le figure più in vista dell’avanguardia parigina nel periodo fra le due guerre. Poeta, scrittore, drammaturgo, sceneggiatore, regista e attore, sperimentò tutte le tendenze artistiche di quegli anni.

Per l’installazione delle opere è stato prediletto, anche quest’anno, lo spazio tridimensionale liberamente ispirato al Proun di El Lissitzky, che moltiplica la superficie espositiva  e consente di valorizzare la molteplicità della Collezione, al quale fa da contraltare la superficie piana delle pareti che ospitano le opere dei dadaisti.

In occasione di ART CITY Bologna, domenica 5 febbraio Fondazione Cirulli propone la visita guidata alla mostra documentaria “Propaganda. The Art of Political Indoctrination“, allestita nello spazio underground ex factory Dino Gavina. Un viaggio alla scoperta della propaganda vista attraverso la lente della politica italiana del secolo scorso.

Dal 26 febbraio al 31 maggio 2023 la mostra sarà visitabile negli spazi di Fondazione Cirulli. In fiera Bologna: venerdì 3 febbraio: dalle ore 12 alle ore 20. Sabato 4 e domenica 5 febbraio: dalle ore 11 alle ore 20. Pad. 26 Stand B70

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Il design da Haute Couture

Morica Design pensa anche alle personalità più sofisticate ed esigenti con la collezione Haute Couture ispirata all’alta moda. Un design

Le ossessioni iridescenti di Tomoko

L’arte crea connessioni, identificazioni. Ma quando spiazza e fa discutere, specie quella contemporanea, è ancora più centrata. Ora le “Iridiscent

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”