26 Agosto 2019

Alla “Me Convention” di Francoforte si crea il futuro

Gemma Milne, Mitchel Joachim, tanti talenti dal mondo per l'occasione d'incontro voluta dalla collaborazione tra Mercedes-Benz e SXSW

26 Agosto 2019

Alla “Me Convention” di Francoforte si crea il futuro

Gemma Milne, Mitchel Joachim, tanti talenti dal mondo per l'occasione d'incontro voluta dalla collaborazione tra Mercedes-Benz e SXSW

26 Agosto 2019

Alla “Me Convention” di Francoforte si crea il futuro

Gemma Milne, Mitchel Joachim, tanti talenti dal mondo per l'occasione d'incontro voluta dalla collaborazione tra Mercedes-Benz e SXSW

L’anno socrso a Stoccolma come esempio di creativo vincente c’era stato il fondatore degli ABBA Björn Ulvaeus. Questa è la cifra della Me Convention, l’occasione annua che riunisce nelle capitali europee migliaia di menti curiose, critiche e impegnate che non vogliono solo parlare del futuro – vogliono aiutare a crearlo. Per il 2019 dall’11 al 13 settembre a Francoforte si esplorano importanti questioni e idee promettenti per la società, gli affari, la scienza e il nostro pianeta.

Si tratta di un evento annuale, una collaborazione tra Mercedes-Benz e SXSW, il festival della creatività americana ad Austin ogni primavera. Il programma di quest’anno è un “laboratorio futuro” che è un luogo in cui condividere, interrogare, sperimentare e avvicinare il nostro futuro desiderato a pochi passi dalla realtà.

Alla Convention ci saranno quattro settori principali: scienza, affari, società e pianeta.
La relazione delle Nazioni Unite sulla biodiversità è stato un campanello d’allarme: con il lavoro di 400 esperti provenienti da 50 paesi, è il rapporto sulla biodiversità più completo mai completato. Contiene molte intuizioni urgenti e scomode, tra cui il fatto che 1 specie su 4 è a rischio di estinzione.

Avere un minor numero di specie vegetali e animali non riguarda solo l’ambiente, ma ha un impatto diretto su tutto, dalla produzione di cibo e fornitura di energia alle aree urbane e alla salute pubblica. Il rapporto afferma che ci vorrà un cambiamento trasformativo – dal punto di vista tecnologico, economico e sociale – per ripristinare e proteggere la natura.

Ma c’è un lato positivo delle dure verità incluse nel rapporto: questa conoscenza ci dà il potere di iniziare a fare le cose in modo diverso. Per questo, alcuni dei relatori della Convention di me di quest’anno stanno già aprendo la strada a soluzioni promettenti, pratiche e talvolta stravaganti per un futuro più ricco di biodiversità.

I progetti dell’architetto Mitchell Joachim non sono solo ispirati dalla natura, ma incorporano anche modi intelligenti per riportare la fauna selvatica (soprattutto insetti) nelle nostre città. Ad esempio, ha creato strutture dall’aspetto fantascientifico per ospitare i grilli che potrebbero finire nei nostri piatti. E uno dei suoi progetti più recenti combina spazi per uffici con un meraviglioso santuario per farfalle  nel mezzo di New York City.

Henry Gordon-Smith è un consulente di agricoltura urbana e agtech che sta portando la produzione di cibo nelle città, usando serre idroponiche e fattorie verticali commerciali. Henry è considerato uno dei pionieri in questo campo e il suo blog è una risorsa da non perdere per tutti gli sviluppi più stimolanti in questa scena. Offrendo prodotti biologici locali nelle aree urbane, le fattorie urbane ad alta tecnologia stanno creando nuove opportunità per le comunità meno servite, gli chef di fascia alta e tutti gli altri. E non sta succedendo solo negli Stati Uniti: l’agricoltura urbana guidata dalla tecnologia ha anche fatto il suo debutto al rinomato Chelsea Flower Show di quest’anno a Londra.

 

Gemma Milne è una scrittrice di scienza e tecnologia che copre tutto ciò che riguarda la tecnologia profonda, tra cui biotecnologia, informatica avanzata, spazio, energia e innovazione nel mondo accademico, per titoli come Forbes, BBC, CNBC, The Guardian e Quartz. È anche conduttrice scientifica: Disrupt – un podcast che intervista su innovatori, iconoclasti e imprenditori che creano cambiamenti nella scienza.

Come consulente tecnico profondo, Gemma è un consulente esperto per la Commissione europea e Innovate UK e uno scout per VC di supporto. Gemma è anche membro della giuria dell’innovazione per SXSW e Global Shaper del World Economic Forum, e sta attualmente scrivendo il suo primo libro su hype e idealismo nella scienza e nella tecnologia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Read in:

English English Italian Italian
admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Zic esce con “Faceva Caldo”

Così Zic, classe 1997, giovane cantante uscito dal talent Amici 2018 parla di sé: “Sono l’unico figlio di due architetti

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?