Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano
Leisure

Leisure - 13/11/2017

Dennis Lloyd: “Adesso la mia musica va anche in Israele”

A 23 anni il musicista e produttore israeliano sta facendo successo con una musica che innesta fiati e jazz su un tappeto urban. Mai sentito prima un mix del genere.

A otto anni suonava già la tromba e a 13 ha imparato la chitarra. Dennis Lloyd, vero nome Nir Tibor è un cantautore e produttore di soli 23 anni che sta avendo un’impennata di views sui social media legati alla musica da Tel Aviv, posto in cui è radicato e cresciuto in tutto il mondo. “Soprattutto in Italia, Germania e Stati Uniti – ci ha detto incontrandolo al party che Spotify e Warner gli hanno preparato in un avveniristico nuovo hotel di Milano – ed è una sorpresa per me. Perché in patria i concerti vanno bene ma le radio non mi passano. Ora stanno iniziando a farlo perché vedono che ho successo all’estero”.

Quando nei prossimi mesi scoppierà in America sarà davvero difficile stare dietro alla sua scalata, perché Dennis sembra tagliato per un successo internazionale con la sua musica intimista e la sua immagine di facile presa trasversale sul pubblico.

 

Nevermind è la sua hit del momento: un mixi di alternative R&B e urban sound con l’innesto di strumenti a fiato. Lo abbiamo visto nella ristretta performance che ha fatto all’indomani della sua prima apparizione tv europea (nel programma di Rai Uno di Fabio Fazio) ed è davvero forte. Nel senso che Dennis non è uguale al nessuno al momento, con la sua proposta che parte dal rap e confina con il jazz. “Ho vissuto in Tainlandia e ho registrato oltre 30 canzoni – dice il nuovo divo del pop – poi ho iniziato a girare video e a remixare le mie stesse canzoni. Non volevo che fossero gli altri a farlo“.

Dennis Lloyd live a Milano, novembre 2017 (foto: The Way Magazine).

Dennis Lloyd live a Milano, novembre 2017 (foto: The Way Magazine).

Quando i singoli ‘Snow White’ e ‘Nevermind’ sono stati scelti per gli spot tv del brand di moda  Don’t Tell Mama qualcosa si è iniziato a muovere e ora, anche grazie alla sua prestanza fisica, tutti lo richiedono da un capo all’altro dell’Atlantico.

Il cantante si esibisce dal vivo, per gli show in piccoli posti, con il suo trombettista e basi elettroniche.

 



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 18/01/2017

Cifonelli veste i diplomatici dei castelli della Loira

Considerando che il ready-towear Cifonelli esiste solod al 2014, siamo davanti a una fase di grande [...]

Luxury - 06/06/2018

A Torino in un parco la sfilata delle auto

Il Salone dell'auto di Torino si arricchisce di un appuntamento fuori dai canoni. Stasera la città [...]

Society - 22/11/2016

Malabellavita, dal lusso sfrenato alla buia galera

Quando ho detto ad un amico che mi sarei incontrata al bar sotto casa per intervistare un ex narcotr [...]

Top