Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 15/09/2020

A Milano prende forma la Pixel City

DOS – Design Open’ Spaces aprirà location in centro città e attiverà punti di informazione alla Fabbrica del Vapore in occasione della design week d'autunno.

La Pixel City nasce dalla volontà di realizzare il primo vero distretto diffuso della Design Week. Se l’edizione 2019 si è concentrata su spazi di proprietà del comune di Milano, per l’edizione 2020 l’attenzione si sposta anche sugli spazi pubblici urbani.

DOS, per più di un decennio e a partire dai primi anni ‘80, è stato il sistema che consentiva ai personal computer di funzionare; senza, l’avvio non era semplicemente possibile.

Da questa metafora nasce DOS – Design Open’ Spaces, un modello operativo basato sul design, attraverso cui portare innovazione nei territori, partendo da Milano, aprendo letteralmente spazi – reali e virtuali, creando nuovi sguardi

L’occasione è quella della Design Week, momento centrale per il mondo del progetto nel capoluogo Lombardo.

Per questa edizione autunnale il quartier generale sarà posizionato in alcuni degli spazi della Fabbrica del Vapore in via Procaccini 4, per poi avere dei pixel attivatori di contenuti sparsi nei principali distretti del design.

Così attraverso la relazione tra mondo fisico e virtuale saranno esplorate le tematiche delle nuove tecnologie, degli urban playground, del community making, dello urban green, dello smart working, della nuova mobilità e dei nuovi modi di abitare, del cibo e dei così detti e-sports.

Questa edizione di DOS si connota di una duplice dimensione, fisica e virtuale, riconoscendo nella loro ibridazione una nuova modalità di approccio al contesto degli eventi di design. Organizza Zonasantambrogio a Milano.


Lo scenario applicativo è quello della città, quella di un mondo in cui la vita sociale spesso non è più solo fisica ma anche virtuale; allora l’elemento digitale è di fatto un motore per il progresso anche da un punto di vista urbano e può rappresentare un modo per esplorare nuovi modi di fare spazio pubblico.

DUST BAR – In collaborazione con Studio Dust verrà allestito un bar diffuso che permetterà di prendere un caffè in compagnia di una persona a Rotterdam, dove lo studio ha la sede utilizzando i prodotti ricavati dalla polvere raccolta nelle strade.

ALTRI PARTECIPANTI – Caffè Design, un gruppo di tre designer che organizzano poadcast a ruota libera sul design organizzano per dos una caccia alla sedia, il loro simbolo, per le strade dei principali distretti del design. Questa ricerca porterà al punto di lancio del loro nuovo progetto.

Design Antidoto nasce dal fatto che la quarta edizione di Illuminazioni, si sarebbe dovuta tenere durante Fuorisalone 2020, ed è stata rimandata al 2021. Per questo è stata lanciata una CALL FOR DESIGNERS alternativa, che ha richiesto ai progettisti di riflettere attorno al tema della spazialità, vissuta durante e dopo la quarantena. La produzione di idee e lacostruzione collettiva di proposte concrete per il futuro è la risposta che il mondo del Design deve offrire in questo momento.

Il Collettivo “The Bench Collective” presenterà il progetto Decentralised healthcare, che mostrerà un’esperienza legata al prodotto PT-1, un device medico di Classe I, che abilita l’utente a misurare la propria temperatura corporea, la saturazione dell’ossigeno nel sangue e a comunicare i dati raccolti ai medici dell’ambulatorio.



Leisure - 10/10/2019

Niccolò Fabi: “In musica è meglio convincere sussurrando che urlando al megafono”

"Non scrivo musica, non suono e non canto in maniera speciale ma quando entro in una stanza per crea [...]

Fashion - 20/04/2020

Con Alviero Martini 1^Classe viaggio d’ispirazione in Marocco

L'eleganza ispirata alle ambientazioni del Marocco con Alviero Martini 1^Classe e il nuovo viaggio a [...]

Leisure - 01/09/2019

Lorenzo Viotti e l’orchestra della Scala incantano Ravello

C'era il pubblico sold-out delle grandi occasioni ieri a Villa Rufolo a Ravello, nella kermesse di m [...]

Top