5 Gennaio 2024

La prima collezione in denim stretch ecosostenibile e biodegradabile

5 Gennaio 2024

La prima collezione in denim stretch ecosostenibile e biodegradabile

5 Gennaio 2024

La prima collezione in denim stretch ecosostenibile e biodegradabile

Cruna, brand fondato 10 anni fa a Vicenza da Alessandro Fasolo e Tommaso Pinotti, ha lanciato un denim stretch completamente ecosostenibile. Il marchio ha basato il suo successo su rigoroso Made in Italy e filiera corta, valori garantiti dalla collaborazione con i laboratori storici della tradizione manifatturiera locale, design innovativi ma rispettosi dei codici della cultura stilistica italiana, utilizzo esclusivo di materiali pregiati. 

Il brand ha deciso di fare un ulteriore passo verso l’innovazione e a Firenze, in occasione di Pitti Uomo 2024, presenta la sua prima collezione sviluppata interamente in denim stretch ecosostenibile e biodegradabile. 

Da un materiale tradizionalmente legato al workwear ed allo stile casual, rielaborato da Cruna in chiave Elevated, sofisticata e contemporanea nasce la prima collezione in denim stretch ecosostenibile di Cruna. Un progetto nato insieme a Candiani Denim, una delle massime eccellenze manifatturiere italiane e simbolo di autentica ricerca sostenibile, attraverso l’utilizzo del brevetto internazionale Coreva.

Coreva, è il primo Denim stretch biodegradabile che sia mai stato prodotto nella storia della tessitura mondiale, simbolo di una produzione manifatturiera green, brevetto che sta tracciando il futuro del segmento fashion internazionale. Coreva è la tecnologia che consente l’uso di un filato stretch vegetale, ricavato dalla gomma naturale, in sostituzione dei filati sintetici. Una tela Denim per la prima volta prodotta completamente senza l’utilizzo di plastiche. Coreva sostituisce gli elastomeri sintetici ottenuti comunemente dal petrolio senza comprometterne l’elasticità, le qualità fisiche e la durabilità del jeans, permettendo un modello di circolarità in cui le materie prime diventano tessuto, poi capo, e a fine vita tornano alla natura grazie alla loro compostabilità, lasciando un impatto positivo sull’ambiente.

Cruna interpreta questo incredibile tessuto in una chiave totalmente propria, nel massimo rispetto dei suoi stilemi, dando vita ad una collezione che fonde alla perfezione l’ideale di estetica dei due brand e restituisce un everydaywear raffinato, cosmopolita e autentico. 

I nuovi modelli si trasformano in preziosi capi che combinano l’animo contemporaneo del brand vicentino alla modernità di un tessuto naturale ma avveniristico. Le overshirt Sorbonne e Vivienne accostate ai pantaloni Concorde, Victor e Venice. Il doppiopetto St. Georges con i pantaloni Bercy. 

Nella Donna ai due doppiopetto si aggiunge il nuovo modello camicia Piage, capispalla accompagnati dalla raffinatezza dei pantaloni Quincy, Jane e Yole. 

Con questa collezione Cruna prosegue il suo percorso verso una proposta autenticamente italiana e che tutela sia la storia della manifattura del nostro Paese che la sua capacità di innovare e guardare al futuro.

L’interpretazione magistrale dell’estetica del jeans bio stretch di Candiani Denim, qui reso elegante e sofisticato, indica e conferma la classe distintiva di Cruna a soli 10 anni dalla fondazione del brand e a due dal lancio della prima collezione Donna.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

AltaRoma, sfilate a settembre

Un percorso durato anni, un cambiamento annunciato e che si sta definitamente compiendo quello di Altaroma, società promotrice della Roma

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”