Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 20/01/2016

Garden Route Game Lodge, la natura incontra l’uomo

logo Garden Route Game LodgeIl Sudafrica è ancora un paese fortemente ricoperto da foreste e praterie, la maggior parte, come anche le aree marittime, sono protette e costituite in riserve naturali. Una di queste si trova a 343 chilometri dalla seconda città del Paese, Cape Town, confinante con una piccola località chiamata Albertinia; “Garden Route Game Lodge”,  si raggiunge unicamente in macchina percorrendo la strada statale N2.

Arrivati all’hotel ci si ritrova immediatamente immersi nella natura più selvaggia, la prima cosa a cui cede l’occhio sono i colori che si presentano davanti a noi: il piazzale in terra battuta che ci conduce alle camere è interamente circondato dal bush sudafricano. Le camere sono divise in Lodge e Chalet.

I Lodge sono le camere abituali, possiamo trovarli in versioni per due persone, family o deluxe, elegantemente arredati in stile contemporaneo africano; anche all’interno spiccano richiami al bush africano, le travi a vista del tetto costruite con tronchi di legno lasciati al naturale, ci ricordano che stiamo per addormentarci in un luogo magico e affasciante ma allo stesso tempo tanto pericoloso come la savana africana.

Per godersi il soggiorno circondato dalla foresta, la struttura propone anche degli esclusivi chalet poco distanti dal corpo principale, che si possono raggiungere a piedi tramite una passerella in legno. Gli chalet si affacciano su una valle di alberi autoctoni popolati da uccelli. Non è difficile durante la notte sentire i rumore degli animali selvaggi che abitano la riserva (l’hotel è protetto da recinzioni) e al tramonto poterli osservare mentre si recano alla pozza d’acqua.

Anche gli chalet dalla forma ottagonale sono arredati in stile contemporaneo africano, in più offrono la possibilitàChalet di un terrazzino privato con vista sulla riserva, da dove si può godere il tramonto o passare la serata a chiacchierare e sorseggiare l’ottimo vino sudafricano.

Le facilities sia per i lodge che per gli chalet comprendono: bagno con doccia, aria condizionata, cassaforte in camera, mini-bar, accappatoi e pantofole, telefono diretto, TV satellitare a schermo piatto, connessione wifi gratuita disponibile in tutte le aree pubbliche e cosa molto particolare (ma usuale in Sudafrica), una selezione di tè e caffè da prepararsi direttamente nella propria camera.

Direttamente all’uscita dei lodge, e facilmente raggiungibile anche dagli chalet, troviamo un grosso solarium con piscina realizzato in legno, che affaccia direttamente sulla valle e sulla pozza d’acqua,  dove si recano gli animali a dissetarsi; da qui è possibile avvistare una famiglia di rinoceronti africani oltre a bufali, kudu, elefanti ed antilopi.

Per il leisure, si possono scegliere varie attività offerte dal resort. Ayana Spa è una gradevolissima opportunità per rilassare mente e corpo in modo naturale, in una costruzione costruita da pietre locali e paglia con trattamenti di bellezza specializzati.

Chi ama stare in sola compagnia con la natura, può optare per il Bird and Flora watching, all’interno della valle si potranno osservare diverse varietà di uccelli autoctoni e piante rare come la coloratissima Protea.

I safari sono sicuramente l’attrazione più pubblicizzata, le guide sudafricane ci porteranno in giro per le praterie sulle tracce dei famosi “big five” (leoni, rinoceronti, elefanti, bufali e leopardi) e seguendo le piste battute dai branchi degli erbivori, che si spostano in cerca di cibo o acqua.

Dopo una giornata nella natura selvaggia, ci si può accomodare nello splendido “Serengeti’s Restaurant”, posto dove rilassarsi e avere l’opportunità di discutere delle giornate passate all’interno della riserva e fare nuove amicizie i respiro internazionale. Il ristorante offre diversi menu, a pranzo si può scegliere dal menù alla carta che offre piatti internazionali affiancati a specialità e carni locali; la sera il ristorante si trasforma e propone un ricco buffet di prelibatezze sudafricane, ma il vero punto di forza è la carne, cacciata direttamente all’interno della riserva, scelto il pezzo che più ci aggrada, la chef lo griglierà alla perfezione su una grossa piastra direttamente davanti ai nostri occhi.

Garden Route Game Lodge, nato nel 1999 da un sogno delle famiglie Doherty e Apteker, fu la prima riserva privata della regione di Western Cape. Il progetto prevedeva di ripristinare, sul territorio di una vecchia fattoria, la fauna e la flora presenti lì fin dall’antichità. Dopo 15 anni il concept si espanse, acquisendo la fattoria vicina e creando così un enorme riserva, dove ben presto trovarono rifugio i mammiferi più piccoli e moltissime specie di uccelli. Il parco oggi ospita e protegge molte specie di animali, dai grandi felini come i leoni o i ghepardi (curiosamente cheetah in inglese) ai mastodontici ed erbivori elefanti, bufali e i oramai purtroppo rarissimi rinoceronti bianchi.

Il resort ad oggi dà lavoro ad 80 famiglie locali, favorisce e promuove i safari ecosostenibili e tutela il benessere degli animali avvistati.

www.grgamelodge.co.za

Foto di: Francesco D’Agostino


Francesco D'Agostino
Figlio degli anni 90, spinta digital-social di The Way, si è fatto le ossa nel patinato mondo di To Be Magazine. Per scoprire che il dandy elegant che stava impersonando necessitava di una vetrina all’altezza anche sul web. Senza cercare altrove, se l’è creata da solo. Mette passione solo in quello che gli interessa veramente. Al resto nemmeno ci pensa. Grafica, biz obsession e una giusta dose di involontaria leadership lo proiettano sempre al minuto dopo.
Design of desire - 23/05/2018

Sunseeker a Cannes 2018 svelerà un nuovo yacht sportivo

Sunseeker International ha annunciato di portare al prossimo Cannes Yachting Festival, uno degli app [...]

Fashion - 01/11/2017

Melancholic Heart, capitolo 2: La moda d’autunno contro il letargo

La forza femminile si ribella al letargo dell’anima in Melancholic Heart #2, l'esclusivo fashion s [...]

Trends - 14/03/2018

Home decor: anche il bagno può rispecchiare la nostra personalità

Spesso, durante la fase di arredamento, il bagno finisce per essere trascurato: a torto pensiamo sia [...]

Top