Magazine - Fine Living People
Society

Society - 21/07/2020

La top 5 dei giornalisti under 30 in Italia

Best young Journalist tricolore: in un momento cruciale per l'informazione, vogliamo dedicare un tributo ai giovani che fanno il loro mestiere al meglio.

La loro media d’età è sotto i 30 anni, e i giornalisti under 30 in Italia ci stupiscono. Soprattutto in un momento come questo, dove il mondo del giornalismo sta attraversando difficoltà e performance critiche (con età media avanzata), ci sono alcuni giovani giornalisti validi in Italia, che stiamo osservando. E la carriera e le performance sui social media lasciano ben sperare sul loro futuro.

5 giornalisti under 30 in Italia che fanno parlare di sé. Tommaso Turci, Daniele Bartocci, Virginia Della Sala, Gianmarco Menga e Francesco Giubilei.
Virginia Della Sala e Francesco Giubilei.

Virignia Della Sala – Irpina, classe 1989. Dopo anni e anni di studio con particolare riferimento agli ambiti umanistici, scientifici e letterari (Università degli Studi di Napoli Federico II), Virginia Della Sala ha frequentato la scuola di giornalismo ad Urbino ed ha all’attivo svariate esperienze giornalistiche. Tra queste Repubblica (cronaca di Napoli e visual desk) e Huffington Post. Ottime capacità di problem solving, la giovane e fertile penna irpina è amante di ambiente, digitale e tecnologia, tematiche di fondamentale rilievo nel contesto giornalistico odierno.

Ha ottenuto il premio di scrittura Indro Montanelli (sezione giovani) nel 2019 a Fucecchio, il premio giornalistico Miriam Mafai nel 2015 e il prestigioso premio Myllennium Award 2018 per la sezione Reportage.

Della Sala viene ritenuta dagli addetti ai lavori come una delle giovani giornaliste più promettenti a livello nazionale insieme all’altra “firma in rosa” Cecilia Sala, giornalista freelance classe ‘95 le cui potenzialità sono state recentemente valorizzate anche dalla rivista Forbes e che ha lavorato in ambito reportage anche per L’Espresso e Vanity Fair.

Francesco Giubilei. Cesenate classe 1992, ha preso parte alla Summer School della London School of Journalism e della Cuny Graduate School of Journalism di New York.

E’ stato il più giovane editore d’Italia fondando Historica Edizioni a soli 16 anni; a 27 anni è docente all’Università G.Fortunato di Benevento dove insegna Autoimprenditorialità e Creazione di Impresa, nonché è Presidente della Fondazione Tatarella. Presente varie volte in tv come opinionista, Francesco Giubilei ha pubblicato sette libri ed è stato eletto dalla celebre rivista Forbes nel 2019 tra i 100 giovani italiani più influenti.

Nel suo ricco cv, spicca la fondazione delle librerie Cultora di Roma e Milano, oltre alle docenze nei corsi di editoria di Roma e Milano dell’agenzia letteraria Herzog.

Vanta collaborazioni con La Voce di Romagna, Il Messaggero, Il Giornale e il blog di Nicola Porro.

 

Tommaso Turci e Daniele Bartocci.

Tommaso Turci. Geminiano allo stato puro, classe 1990, appassionato di calcio e noto come voce di Carpi, Sassuolo e Modena. È cresciuto sin da piccolo a pane e sport, oggi è un apprezzato giornalista all’interno del panorama agonistico. Laureato presso l’Università di Bologna in ‘International Management’, ha vinto negli anni due borse di studio presso la Business School del Sole 24 Ore. Vanta collaborazioni con Parlandodisport.it, Football Data (agenzia specializzata nella fornitura di dati sportivi e statistiche), GianlucaDiMarzio.it, La Nuova Gazzetta di Modena e Sportube tv – Lega Pro Channel.

Ha maturato esperienze da conduttore televisivo, inviato, coordinatore e telecronista a Milan Tv (canale tematico ufficiale del club rossonero) e Fox Sports.

Dal mese di luglio 2018 fa parte della redazione dell’illustre piattaforma Dazn insieme al suo giovane collega Marco Russo, giornalista, conduttore e bordocampista con esperienze negli anni su Fox Sports, Sport Italia e da inviato ad Atlanta per il Super Bowl LIII.

Daniele Bartocci è un trentenne jesino, è conosciuto per essere uno dei più giovani e premiati giornalisti. Laureato alla Politecnica delle Marche, ha lavorato come telecronista, rivestendo l’incarico di responsabile comunicazione e collaborando con magazine e quotidiani. Nel suo cv un Master Sport Digital Marketing del Sole 24 Ore. Vincitore di oltre 10 premi quali Overtime Festival 2018 (miglior articolo sport individuali), del premio giornalistico Mimmo Ferrara 2019 (menzione speciale all’Odg – Napoli), Premio Giovanni Arpino – Inedito Torino; premiato al Festival Nazionale del Giornalismo Sportivo 2019 insieme all’indimenticabile Gianni Mura. Tra i vincitori del concorso letterario CSI Racconti Sportivi edizioni 2019 e 2020. Premiato nell’ultima edizione del Premio Renato Cesarini come miglior giornalista under 30 dal Segretario Nazionale Ordine Giornalisti Guido D’Ubaldo. Vincitore del Myllennium Award 2019 all’Accademia di Francia a Roma in ambito saggistica/giornalismo sportivo. Ha all’attivo interventi/docenze in giornalismo in università e master. Ha due blog www.danielebartocci.com www.danielebartoccichannel.it

Giammarco Menga, in collegamento Mediaset per Russia 2018 Fifa World Cup.

Giammarco Menga. Nato a Sulmona (L’Aquila) nel 1990. È laureato in Lettere (editoria e giornalismo) alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università ‘Sapienza’ di Roma. Giornalista, noto anche come inviato Mediaset di Premium Sport ed esperto di calciomercato, da settembre 2018 fa parte della Redazione di Mattino Cinque, programma condotto da Federica Panicucci, occupandosi di numerose vicissitudini e complessi fatti di cronaca accaduti lungo la penisola italiana. Menga è autore del libro Sportivamente D’Annunzio che ha riscosso, alla presenza del Presidente Giovanni Malagò, il Premio Letteratura Sportiva del Coni. Il documentario Sportivamente D’Annunzio è andato in onda in prima tv assoluta il 23 maggio 2019 sul canale Focus. Nell’estate del mondiale di Russia 2018 Menga è in onda per gli approfondimenti di calciomercato in tutti i programmi delle reti Mediaset, seguendo trattative importanti come quella di Cristiano Ronaldo alla Juventus. E’ testimonial dello Javier Zanetti Training Camp a Malta. Ha vinto anche il Premio “Angelo Maria Palmieri”- Il Tempo, Roma 2013, con Maria Grazia Cutuli, Il coraggio della verità (www.giammarcomenga.com)



Design of desire - 30/07/2020

A Pistoia il design del Novecento

l design radicale degli Archizoom, la logica binaria delle opere di Gianfranco Chiavacci, i collage [...]

Society - 27/11/2017

La storia di Heinz Berggruen, mercante d’arte amico di Picasso

Ci aveva provato con la National Gallery a Londra ma poi, 20 anni fa, tornò a Berlino. Heinz Berggr [...]

Fashion - 31/08/2019

Freddy promosso dal ballerino Yannick Lebrun e dall’artista Laolu Senbanjo

Freddy, in qualità di Sponsor Tecnico e Fornitore Ufficiale, affianca e supporta sempre la Federazi [...]

Top