11 Aprile 2024
ARTE E MODA

Davide Muccinelli, primo “caban solidale” a Modena

11 Aprile 2024
ARTE E MODA

Davide Muccinelli, primo “caban solidale” a Modena

11 Aprile 2024
ARTE E MODA

Davide Muccinelli, primo “caban solidale” a Modena

Un progetto di arte urbana diventa oggi un’iniziativa di solidarietà sociale che combina l’arte con la moda, a cui si aggiunge l’importante tema del riciclo dei materiali. Il 12 aprile a Modena è prevista la presentazione de “I CABAN SOLIDALI”, un progetto originale della Casa di Moda Davide Muccinelli, con la donazione del primo capo di abbigliamento a Porta Aperta, l’associazione di volontariato modenese che si occupa di contrasto alla povertà e alle disuguaglianze.

L’iniziativa “I CABAN SOLIDALI” nasce dall’intuizione della Casa di Moda Davide Muccinelli in occasione di una visita al Teatro Arcimboldi di Milano, dove giacevano enormi stampe su PVC, con grafiche e colori sorprendenti. Le opere erano state realizzate nel 2021 per una serie di installazioni artistiche urbane sul tema “La Campana di Sant’Ambrogio”, firmate da Patrizio Travagli e altri artisti. Muccinelli e il suo staff ne hanno colto la bellezza e intuito le potenzialità di riutilizzo per trasformarle in capi di abbigliamento sartoriali, unici e significativi. Da quello spunto iniziale è emersa sempre più forte e convinta da parte dello stilista e del suo staff l’intenzione di dare nuova vita a quei materiali ricchi di creatività, veicolando il messaggio di speranza e solidarietà già presente nelle creazioni artistiche dedicate al santo patrono di Milano, celebrato nella tradizione cattolica come protettore dei poveri.

“Il fascino di quelle opere, non più utilizzate, mi ha colpito e ispirato – racconta Muccinelli -, così ho proposto di recuperarle con l’intento di dar loro nuova vita attraverso la mia Casa di Moda. Fin da subito, l’idea era creare caban, cappotti e impermeabili destinati a coloro che vivono una realtà difficile, in particolare le persone senza fissa dimora. Il progetto, che poco per volta ha preso forma, ha anche un valore educativo: si sta realizzando, infatti, con il coinvolgimento degli studenti di 4 e 5 dell’Istituto Malpighi, sezione Moda, di Crevalcore.”

La presentazione del primo “caban solidale” si svolgerà venerdì 12 aprile in centro storico a Modena, nell’ambito dell’evento “Dinuovo sotto la Ghirlandina”, speciale sfilata di moda organizzata da Porta Aperta per inaugurare il Dinuovo Charity shop, bottega solidale, connessa all’impresa sociale Arca Lavoro, dedicata al riuso dell’abbigliamento. Protagonisti in passerella saranno proprio coloro che beneficiano dei servizi dell’associazione.

Nei prossimi mesi non mancheranno nuovi sviluppi che consentiranno al progetto di continuare a crescere e toccare altre realtà, sempre facendo dialogare il mondo dell’alta moda con la società. Una dimostrazione che l’arte non è chiusa in se stessa, ma ha la capacità di arricchire la vita delle persone, di sensibilizzarle e contribuire al progresso sociale e culturale.

Il caban indossato da Edoardo Terzi.

Il Comune di Crevalcore ha concesso l’uso straordinario dello storico Teatro Comunale, oggetto di restauro dopo i danni subiti dal sisma, per realizzare le immagini dei primi Caban Solidali curate da Calogero Insalaco con l’assistenza di Tommaso Inturrisi e la partecipazione di Edoardo Terzi.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”